Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Trattenimento in servizio per raggiungere il diritto alla pensione: quando spetta?

Stampa
Pensione Opzione donna

Trattenimento in servizio: ecco quando la domanda può essere accolta e quando, invece, può essere rigettata.

Non sempre al compimento dei 67 anni risultano versati i 67 anni che permettono l’accesso alla pensione di vecchiaia. In questo caso, per i dipendenti pubblici per i quali scatta il collocamento a riposo d’ufficio, possono richiedere di essere trattenuti in servizio fino al compimento dei 71 anni. Vediamo in quali casi rispondendo ad una nostra lettrice:

Sono una docente di scuola primaria. Il 10 giugno compio 67 anni ma ho maturato solo 15 anni e 1 mese di servizio. Posso essere ancora trattenuta a scuola fino a 71 anni per raggiungere i 20 anni? Grazie, Ho presentato la domanda entro il 7/12/2020 .Grazie

Trattenimento in servizio fino a 71 anni

Il dipendente del comparto scuola (ma in generale della pubblica amministrazione) che al compimento dei 67 anni non ha raggiunto un diritto alla pensione può presentare, entro i termini fissati annualmente dal MIUR, la domanda di trattenimento in servizio. La domanda viene accettata in due casi:

  • a patto che il dipendente entro il compimento dei 71 anni raggiunga il diritto alla pensione di vecchiaia (e quindi riesca a versare i 20 anni di contributi necessari)
  • nel caso che, ricadendo interamente nel sistema di calcolo contributivo il dipendente, pur non raggiungendo i 20 anni di contributi, riesca ad accedere alla pensione di vecchiaia contributiva a 71 anni.

Se i suoi calcoli son giusti, quindi, e al compimento dei 67 anni avrà maturato 15 anni di contributi, pur permanendo in servizio altri 4 anni non raggiungerà i 20 anni di contributi necessari per accedere alla pensione di vecchiaia.

Ma se tutti i suoi contributi sono stati versati a partire dal 1996 e non ha nessun contributo versato prima di quella data,  la sua domanda di trattenimento in servizio, presentata entro i termini, potrebbe essere accolta perchè servirebbe ad accompagnarla, senza soluzione di continuità tra la percezione dello stipendio e della pensione, alla quiescenza a 71 anni.

Ma se, per caso, lei è in possesso di contribuzione versata prima del 1996 la sua domanda potrebbe essere rigettata proprio per il fatto che giungerebbe ai 71 anni senza diritto alla pensione e di fatto, il trattenimento in servizio sarebbe stato inutile.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur