Trasporto studenti: più autobus, ma ci si potrà spostare anche in taxi. Scuole possono nominare il mobility manager per pianificare piedibus, car-sharing e bike-pooling. Testo in Gazzetta

Stampa

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il Decreto sostegni che prevede finanziamenti e indicazioni sul trasporto degli studenti per il prossimo anno scolastico. Le misure vanno da un aumento dei fondi a disposizione per il trasporto pubblico, alla nomina di un mobility manager che dovrà pianificare un trasporto sostenibile per i movimenti degli studenti delle secondarie da casa a scuola e viceversa.

450 milioni per potenziare il trasporto

Il Decreto prevede disposizioni urgenti in materia di trasporto pubblico locale, finanziando ulteriori 450 milioni di euro per l’anno 2021 destinati al potenziamento di servizi al fine di far fronte agli effetti derivanti dalle limitazioni poste al coefficiente di riempimento dei mezzi di trasporto pubblici. Gli enti pubblici potranno anche ricorrere a operatori economici esercenti il servizio di trasporto di passeggeri su strada nonché ai titolari di licenza per l’esercizio del servizio di taxi o di autorizzazione per l’esercizio del servizio di noleggio con conducente. I servizi aggiuntivi sono destinati esclusivamente agli studenti della scuola secondaria di primo o di secondo grado

Il mobility manager

Al fine di consentire una più efficace distribuzione degli utenti del trasporto pubblico di linea gli istituti scolastici di ogni ordine e grado che provvedano, previa nomina del mobility manager scolastico potranno predisporre, entro il 31 agosto 2021, un piano degli spostamenti casa-scuola-casa del personale scolastico e degli alunni, che possa contribuire a pianificare una mobilità sostenibile, incluse iniziative di piedibus, di car-pooling, di car-sharing, di bike-pooling e di bike-sharing.

TESTO UFFICIALE [PDF]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur