Trasporto scolastico, Comuni potranno applicare tariffe agevolate ed esonero pagamento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Presidente della Commissione Istruzione, Politiche educative ed edilizia scolastica dell’Anci e vicesindaco di Firenze, Cristina Giachi, palude all’approvazione del decreto istruzione che, oltre a disciplinare il PAS e il concorso straordinario per i precari con 3 anni di servizio, prevede altre misure.

Tra i provvedimenti quello relativo al trasporto scolastico, su cui è intervenuta la Giachi.

Superata sentenza Corte dei Conti

La norma supera una sentenza della Corte dei Conti, come avevamo già riferito, che aveva escluso la possibilità per i comuni di agevolare le famiglie, ossia di applicare tariffe agevolate o di esonerare dal pagamento, laddove necessario.

Con la norma approvata i Comuni avranno libertà di applicare quanto detto sopra.

Scuolabus gratuito nel rispetto degli equilibri di bilancio

Queste le parole, riferite da Askanews, della Giachi:

“La norma sul trasporto scolastico, contenuta nel decreto legge sull’istruzione, approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri, fa chiarezza e consente ai Comuni, nell’ambito della propria autonomia e nel rispetto degli equilibri di bilancio, di assicurare alle famiglie un servizio fondamentale potendo integrare le spese per lo scuolabus gratuito alle famiglie”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione