Trasparenza, nota 27 marzo non riguarda dirigenti scolastici in servizio nelle scuole. A breve nota Miur, sarà l’Amministrazione a pubblicare i dati?

WhatsApp
Telegram

Il 27 marzo u.s., il Miur ha pubblicato la nota n. 6428, avente per oggetto “Applicazione dell’articolo 14 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e i titolari di incarichi dirigenziali” – Delibera ANAC n. 241 dell’ 8 marzo 2017”.

La  nota fornisce indicazioni applicative della suddetta delibera dell’ANAC, che riguarda i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e i titolari di incarichi dirigenziali nelle amministrazioni pubbliche, ai sensi dell’art. 14 del d.lgs. 33/2013 come modificato dall’art. 13 del d.lgs. 97/2016.  Tali soggetti hanno l’obbligo di rendere pubblici determinati dati di carattere economico e professionale, ciò al fine di contrastare la corruzione e rendere trasparente l’azione di chi svolge cariche o incarichi pubblici.

Nello specifico, i soggetti cui si applica la previsione dell’art. 14 del decreto legislativo n. 33/2013 sono i seguenti:

  • titolari di incarichi politici anche non di carattere elettivo, di Stato, Regioni e Enti locali;
  • titolari di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti (l’obbligo riguarda idirigenti con incarichi amministrativi di vertice, i dirigenti interni e e quelli “esterni” all’amministrazione);
  •  capi/responsabili degli uffici  (Capo di Gabinetto, Capo Ufficio legislativo, Capo ufficio stampa, Capi Segreteria, Portavoce, Segretari particolari, Capo segreteria tecnica);
  • dirigenti scolastici in posizione di comando, distacco o fuori ruolo, presso l’Amministrazione centrale o gli USR [sarà l’Amministrazione presso cui prestano servizio a provvedere alla pubblicazione delle informazioni necessarie, relative a quanto richiesto, considerato che il rischio corruttivo per tali soggetti non è elevato, dal suddetto articolo 14 dalla lettera a) alla e)].

Com’è evidente, tra i soggetti obbligati a pubblicare i dati previsti dal suddetto articolo 14 non vengono citati i dirigenti scolastici in servizio nelle istituzioni scolastiche ma solo quelli in posizione di comando, distacco o fuori ruolo.

Al riguardo, evidenziamo che la Delibera ANAC non fa distinzione, ma parla soltanto di dirigenti scolastici:

In considerazione delle particolarità delle istituzioni scolastiche, del ridotto grado di esposizione al rischio corruttivo, delle attività da esse svolte, l’Autorità, come anticipato nel PNA 2016 (Delibera n. 831/2016), ritiene opportuno prevedere un adeguamento degli obblighi di trasparenza di cui all’art. 14, in attuazione di quanto previsto all’art. 3, co. 1 ter. Anche le osservazioni ricevute nel corso della consultazione hanno evidenziato la peculiarità della natura e delle funzioni svolte nonché le ridotte dimensioni che caratterizzano le istituzioni scolastiche e che le distinguono dalle altre amministrazioni pubbliche ricomprese nell’art. 1, co. 2, del d.lgs. 165/2001. Pertanto, in un’ottica di semplificazione, per i dirigenti scolastici le misure di trasparenza di  cui all’art. 14 si intendono assolte con la pubblicazione dei dati indicati al co. 1, lett. da a) ad e), con esclusione dei dati di cui alla lettera f).

Quanto da noi appena evidenziato, ossia che la nota suddetta non riguarda i dirigenti scolastici in servizio nelle scuole, è stato sottoposto all’attenzione del Miur da parte della Flc Cgil, nell’incontro sul FUN 2016/17: “Al termine della riunione sul FUN 2016/2017 abbiamo sottoposto all’Amministrazione le criticità provocate dalla nota del MIUR 6428 del 27 marzo 2017 sull’applicazione dell’articolo 14 del DLgs 33/2013 relativo agli obblighi di pubblicazione dei titolari di incarichi dirigenziali. In tale nota, della lunghezza di ben 14 pagine, si parla solo dei dirigenti del MIUR e dei dirigenti scolastici distaccati al MIUR e nulla si dice dei dirigenti scolastici in servizio nelle scuole, delle cui esigenze sembra che a nessuno importi. L’Amministrazione ha chiarito che la nota non riguarda in alcun modo i dirigenti scolastici e che la Direzione Generale del Personale a breve emanerà una nota specifica sull’applicazione dell’articolo 14 ai dirigenti scolastici in servizio nelle scuole”.

Attendiamo, dunque, la nota Miur che fornirà chiarimenti in merito ai dati da pubblicare e se i dirigenti scolastici dovranno farlo direttamente oppure dovranno trasmettere i dati all’Amministrazione centrale.

nota

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur