Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Trasferimento su posto comune per docente titolare sul sostegno: per chiederlo bisogna aver superato il vincolo quinquennale sul sostegno

Stampa

Il docente titolare sul sostegno potrà chiedere trasferimento su posto comune soltanto dopo aver superato il quinquennio di permanenza sul sostegno. Il vincolo è previsto nel CCNI

Una lettrice ci scrive:

Sono una docente specializzata per le attività di sostegno nella scuola dell’infanzia, assunta in ruolo su posto di sostegno nell’anno scolastico 2017/18. Ho regolarmente svolto e superato l’anno di prova. Quando posso richiedere il trasferimento su posto comune?”

I docenti titolari sul sostegno devono obbligatoriamente rimanere cinque anni su questa tipologia di posto e, in assenza di altri vincoli temporali, potranno partecipare, in questi cinque anni, alla mobilità solo per il sostegno

Vincolo quinquennale sul sostegno, cosa prevede il contratto

Il vincolo di permanenza quinquennale sul sostegno è previsto nell’art.23 comma 7 del CCNI sulla mobilità, dove viene stabilito quanto segue:

Il trasferimento ai posti di tipo speciale, ad indirizzo didattico differenziato e di sostegno comporta la permanenza per almeno un quinquennio a far data dalla decorrenza del trasferimento su tali tipologie di posti [….]”

Tale vincolo si applica chiaramente anche ai docenti immessi in ruolo sul sostegno a decorrere dall’anno scolastico di immissione in ruolo

Questi docenti, quindi, se non sono sottoposti ad altri vincoli temporali, potranno , nel quinquennio, partecipare alla mobilità soltanto per posti sul sostegno.

Potranno chiedere anche il passaggio di ruolo sempre sul sostegno, ma, in questo  caso, se ottengono il passaggio richiesto il computo del quinquennio ricomincia, come esplicitato nel comma 11 del succitato art.23:

“ […] I docenti che ottengono il passaggio di ruolo su posti di sostegno hanno l’obbligo di permanervi per un quinquennio […]”

Come si calcola il quinquennio

Il quinquennio deve essere conteggiato a decorrere dall’anno scolastico del trasferimento (per il docente titolare su posto comune) o del passaggio di ruolo sul sostegno (per il docente titolare sia sul sostegno che su posto comune)

Ai fini del computo del quinquennio, come chiarisce il comma 8, si considera l’eventuale anno di decorrenza giuridica dell’immissione in ruolo (derivante dalla applicazione del  decreto legge n. 255, del 3 luglio 2001, convertito in legge n. 333 del 20 agosto 2001, art. 1, comma 4-bis), ed è calcolato anche l’anno scolastico in corso.

Conclusioni

La nostra lettrice, titolare sul sostegno dall’anno scolastico 2017/18, potrà, quindi, partecipare alla mobilità per posto comune per l’anno scolastico 2022/23, presentando domanda di trasferimento il prossimo anno scolastico 2021/22, che per la docente sarà il quinto anno sul sostegno e in questo modo avrà superato il vincolo quinquennale

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur