Trasferimento da materia a sostegno può essere sia provinciale che interprovinciale. Unica la domanda

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il trasferimento interprovinciale può essere chiesto anche per tipologia di posto diversa da quella di titolarità? Il trasferimento da materia a sostegno può essere anche interprovinciale

Una lettrice ci scrive:

“Sono titolare su disciplina in una provincia e vorrei chiedere il trasferimento nella provincia di residenza sul sostegno. E’ possibile questa procedura?”

 Il docente titolare su posto comune, in possesso della specializzazione sul sostegno, può chiedere di partecipare alla mobilità non solo per posto comune, ma anche per sostegno, oppure, volendo, può chiedere solo sostegno.

Trasferimento provinciale o interprovinciale?

Il trasferimento da posto comune a sostegno può essere sia provinciale che interprovinciale, sulla base delle preferenze espresse dal docente nella domanda.

Non esiste, infatti, alcun divieto nel presentare domanda interprovinciale per il trasferimento su una tipologia di posto diversa da quella di titolarità.

Le preferenze esprimibili nella domanda  possono essere non più di 15 e, a scelta del docente, è possibile chiedere specifiche scuole (preferenze analitiche) oppure distretti, comuni o province (preferenze sintetiche) sia nella provincia di titolarità che in altre province.

Unica domanda

La domanda  di trasferimento sia provinciale che interprovinciale è unica e sarà l’ordine di inserimento delle preferenze che determinerà per il docente la priorità tra le diverse sedi richieste

Conclusioni

La nostra lettrice potrà presentare, quindi, domanda di trasferimento interprovinciale da materia a sostegno  e parteciperà alla III fase della mobilità per la quale sono previste precise aliquote.

Prendendo in considerazione il movimento che interessa la nostra lettrice, per il prossimo anno scolastico 2019/20, ai trasferimenti interprovinciali è destinato il 40% delle disponibilità determinate al termine dei trasferimenti provinciali.

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads