Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Trasferimento in un Istituto di Istruzione Superiore: il docente può essere assegnato in una sede qualsiasi dell’Istituto

WhatsApp
Telegram

Il docente trasferito in un IIS non può scegliere la sede di servizio perchè la titolarità è nell’intero Istituto

Una lettrice ci scrive:

In un comune (A) esiste un Istituto d’Istruzione Superiore che comprende diverse sezioni associate nonchè una sezione associata ad altro istituto di altro comune (B).
Se nella domanda di mobilità del personale docente indico il codice del comune A, ma non quello del comune B, posso essere trasferito nel comune B?

Un Istituto di Istruzione Superiore è una scuola Secondaria di II grado che comprende più indirizzi e più plessi che possono essere ubicati nello stesso comune o anche in comuni diversi

L’IIS è caratterizzato, quindi, da una sede principale e da una o più sedi ad esso appartenenti ed è identificato da un unico codice meccanografico che comprende tutte le sedi che ne fanno parte a prescindere dal comune in cui sono ubicate.

Trasferimento in un IIS

Il docente che chiede trasferimnto in un IIS indica, quindi, nella domanda il codice meccanografico dell’Istituto e con questo chiede tutte le sedi che ne fanno parte, sia nel comune sede principale che negli altri comuni in cui sono eventualmente ubicate le altre sedi.
Non ha la possibilità, infatti, di escludere dalla richiesta alcune sedi.

Assegnazione della sede in seguito a trasferimento in un IIS

L’assegnazione della sede è prerogativa del DS e, come esplicitato nell’art.3 comma 5 del CCNI 2022, il docente trasferito in un IIS, come la nostra lettrice, potrebbe essere assegnato, quindi, anche in una sede ubicata in comune diverso rispetto alla sede principale:

“[…] ferme restando le prerogative dei Dirigenti scolastici e degli organi collegiali relative all’assegnazione dei docenti alle classi e alle attività, i posti di un’autonomia scolastica situati in sedi ubicate in comuni diversi rispetto a quello sede di organico sono assegnati, nel limite delle disponibilità destinate ai movimenti, salvaguardando la continuità didattica e il criterio di maggiore punteggio nella graduatoria di istituto, secondo le modalità e i criteri definiti dalla contrattazione di istituto. La contrattazione dovrà concludersi in tempi utili per il regolare avvio dell’anno scolastico di riferimento. Sono comunque salvaguardate le precedenze di cui al successivo articolo 13

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€