Trasferimento e passaggio di cattedra: domande distinte e priorità decisa dal docente

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

È possibile chiedere contemporaneamente trasferimento e passaggio di cattedra. Sarà il docente a stabilire quale movimento ha priorità

Una lettrice ci scrive:

“Vorrei avere un’informazione sulla domanda di trasferimento ed il passaggio di cattedra. Pensavo di farle entrambe, contemporaneamente. Chiedo se ci fosse posto per la disciplina di titolarità  e non ce ne fosse per la disciplina per cui chiederei il passaggio, otterrei comunque il trasferimento sulla prima disciplina ed il passaggio passerebbe in secondo piano?”

Il docente in possesso dei requisiti necessari potrà partecipare sia alla mobilità territoriale che professionale. La nostra lettrice potrà chiedere, quindi, sia trasferimento che passaggio di cattedra

Quante domande

Il docente che intende chiedere i due movimenti dovrà compilare due domande distinte utilizzando, nella piattaforma ministeriale  Istanze online, i moduli predisposti dal MIUR, uno per il trasferimento e uno per il passaggio di cattedra

Quale domanda prevale

Il docente che chiede contemporaneamente trasferimento e passaggio di cattedra potrà indicare nella domanda di passaggio a quale movimento intende dare priorità ed è, quindi, libero di decidere se dare precedenza al trasferimento o al passaggio di cattedra.

Se dovesse decidere di dare precedenza al passaggio, questa scelta non determina l’annullamento della domanda di trasferimento, che potrà essere presa in considerazione e valutata nel caso in cui il docente non possa essere soddisfatto nella sua richiesta di passaggio per mancanza di cattedre disponibili, per la classe di concorso richiesta, all’interno delle preferenze inserite nella domanda

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads