Trasferimento da sostegno a materia: preferenza solo per scuola di titolarità, si può?

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il docente interessato al trasferimento da sostegno a materia, senza modificare scuola di titolarità, potrà esprimere nella domanda solo una preferenza.

Un lettore ci scrive:

Sono un docente di sostegno nella scuola secondaria di II grado. Sono al quinto anno di ruolo chiederò il trasferimento sulla materia. Vorrei sapere come si articolerà la mia domanda: posso chiedere il passaggio sulla materia nel mio stesso istituto di attuale titolarità come prima scelta? E poi seconda, terza…scelta in altri istituti? Se non accettata la mia domanda di passaggio sulla materia posso scegliere di restare nel mio attuale istituto come sostegno, o devo poi accettare la materia nelle scuole indicate come seconda, terza…scelta?

Il docente titolare sul sostegno, se ha superato il vincolo quinquennale, può partecipare alla mobilità per posto comune/materia

Quale movimento?

Il movimento da sostegno a materia nel grado di istruzione di titolarità è un trasferimento su altra tipologia di posto. Il docente che intende presentare domanda dovrà compilare, quindi, il modulo relativo al trasferimento  nel grado di istruzione di titolarità e nella sezione specifica del modulo potrà chiedere solo “posto normale”

Quali preferenze

Le preferenze esprimibili sono in totale 15, tra provinciali e interprovinciali, e possono essere su scuola, distretto, comune  e provincia

Il nostro lettore, che  è interessato a rimanere nella scuola in cui è titolare sul sostegno, potrà esprimere preferenza nella scuola di titolarità e, volendo, potrà indicarla come prima scelta e a seguire potrà inserire altre preferenze nell’ordine che più gradisce

Valutazione della domanda

La valutazione della domanda seguirà l’ordine con il quale sono state inserite le preferenze.

In assenza di disponibilità nella prima scuola richiesta, si passa alla seconda e così via.

Il docente potrà essere soddisfatto nel movimento volontario richiesto solo se risulterà disponibile una cattedra in una delle scuole richieste,  prese in considerazione fino all’ultima preferenza inserita nella domanda

Conclusioni

Il nostro lettore non potrà, quindi, rifiutare il trasferimento ottenuto nella scuola indicata come seconda, terza o ultima preferenza, decidendo a posteriori di voler rimanere nella scuola di titolarità anche se sul sostegno.

Se il suo principale interesse è quello di non cambiare scuola potrebbe chiedere trasferimento su materia soltanto nella scuola di titolarità esprimendo questa come unica preferenza, in tal modo avrò la garanzia che se non otterrà il trasferimento su materia rimarrà comunque nella scuola

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads