Trasferimenti del personale, Anief: pubblicata l’ordinanza, tanti rimarranno esclusi

WhatsApp
Telegram

È stata pubblicata l’ordinanza ministeriale per le operazioni di mobilità del personale scolastico per il periodo 2023-24: il testo, prodotto con atto unilaterale e che riguarda anche i docenti di religione cattolica, prevede l’obbligo di permanenza nella sede di immissione in ruolo per almeno tre anni per i docenti assunti a partire dal 1° settembre 2022, come previsto dal decreto legge 36 in materia di mobilità dei docenti.

Resta invece in vigore, ricorda Orizzonte Scuola, il divieto di presentare domanda di mobilità per i docenti che hanno ottenuto un trasferimento o un passaggio di cattedra o ruolo in un’altra provincia (come previsto dal decreto sostegni bis 2021) e la possibilità di trasferirsi in provincia da posto di sostegno a posto comune sul 75% dei posti disponibili. Per quanto riguarda i docenti assunti in ruolo il 1° settembre 2022, l’amministrazione ha inserito nell’ordinanza una limitazione parziale, consentendo di presentare domanda di mobilità in attesa di un intervento legislativo che sospenda il blocco: nel caso in cui questo provvedimento non dovesse essere emanato, anche per loro la mobilità sarà bloccata.

“Sulla mobilità del personale della scuola il sindacato Anief ha attivato una campagna di informazione” attraverso “l’apertura straordinaria degli sportelli e delle consulenze per la compilazione delle domande che siamo riusciti a far fare a tutto il personale assunto anche l’anno scorso nelle more della definizione del PNRR dell’accordo con l’Europa”, ha spiegato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, in un’intervista all’agenzia Teleborsa.

“Una cosa molto importante – ha aggiunto il sindacalista – perché è un’iniziativa nata dalla determinazione di Anief di lottare contro i vincoli e quindi questo ci permette ora di poter far fare la domanda a tutti quanti. Rimangono purtroppo esclusi quelli che hanno un contratto a tempo determinato. Anief metterà a disposizione la propria struttura per la compilazione di queste domande. È importante seguire il seminario informativo di oggi 3 marzo alle ore 17: parleremo di chi può presentare le domande e di come compilarle. Mentre dalla settimana successiva – ha concluso Pacifico – organizzeremo delle assemblee per poter discutere insieme il tema della domanda di mobilità e fornire la consulenza richiesta”.

Sulla presentazione delle domande di mobilità, ANIEF ha organizzato un webinar, curato da Stefano Cavallini (Segretario generale ANIEF) per oggi 3 marzo, dalle ore 17:00. Questo il link per registrarsi e partecipare.

Inoltre, tutte le sedi ANIEF forniranno, come di consueto, assistenza alla compilazione delle domande di mobilità: qui tutti i contatti.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Segui un metodo vincente. Non perderti la diretta di oggi su: “Intelligenza emotiva, creatività e pensiero divergente”