Tragedia sfiorata a Catania. Udir: ormai un crollo ogni 10 giorni, urgono verifiche agli edifici scolastici

WhatsApp
Telegram

La stampa nazionale riporta che in queste ore in un edificio di Catania è stata sfiorata la tragedia: le lezioni del liceo statale “Enrico Boggio Lera”, che ospita uno scientifico e un linguistico e conta circa 1.500 studenti, le lezioni sono state bloccate e gli studenti evacuati “dopo il crollo di parte del tetto dell’edificio, probabilmente a causa delle infiltrazioni di acqua piovana dopo i nubifragi delle scorse ore.

A crollare è stato il tetto di un corridoio dell’ultimo piano dell’antico edificio dove si è letteralmente aperto un buco nel soffitto ma fortunatamente non si registrano feriti ma solo danni. Come si vede da alcune foto scattate sul posto, nel punto in cui si è aperto l’evidente squarcio, una grossa quantità di calcinacci e tegole è crollata a terra ricoprendo il pavimento ma fortunatamente al momento del crollo la scuola era chiusa”.

In base a quanto calcolato appena poche settimane fa da Cittadinanzattiva, con il XIX Rapporto sulla sicurezza a scuola, oltre la metà delle strutture scolastiche italiane è priva del certificato di agibilità statica (54%) e di quello di prevenzione incendi (59%); il 39% è pure senza collaudo statico. Sono ben 35 gli episodi di crolli che si sono verificati nei nostri istituti di formazione tra il settembre 2020 ed il mese di agosto 2021, dunque in media uno ogni dieci giorni. La situazione è davvero al limite, perché sono oltre 17.343, pari al 43% del totale, le scuole in zone ad elevata sismicità.

“Il sindacato Udir ritiene inconcepibile che ancora oggi non sia stato attuato un serio piano nazionale di verifica, controllo e monitoraggio sugli edifici del nostro patrimonio scolastico. Il crollo del tetto avvenuto al Liceo Boggio Lera di Catania è l’ennesima prova provata di disastro sfiorato”, afferma anche Dario Tumminelli, dirigente scolastico Udir. “Bisogna intervenire urgentemente, prima che si riscontri la tragedia umana; è impensabile che ancora oggi non siano state eseguite le adeguate verifiche agli edifici scolastici”, commenta Marcello Pacifico, presidente del sindacato.

“Le famiglie – continua il leader dell’Udir – ogni giorno affidano alle istituzioni scolastiche ciò che hanno di più caro, i propri figli, i nostri cittadini del domani, il nostro futuro ed è inconcepibile ancora oggi assistere all’ennesimo crollo inaspettato. Sono attimi di paura, momenti indelebili impressi nella memoria dei nostri ragazzi e sul personale scolastico. Urge un piano nazionale di monitoraggio e controllo sugli edifici scolastici. Bisogna intervenire velocemente iniziando con una profonda riflessione, rilanciando il nostro patrimonio”, conclude Pacifico

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur