Tra vaccini e green pass per didattica in presenza. Lettera

Stampa

Inviata da Mario Bocola – I protocolli di sicurezza per consentire la didattica in presenza, oltre alla mascherina di protezione, il lavaggio frequente delle mani e il distanziamento devono essere accompagnati dalla vaccinazione di tutto il personale scolastico e degli studenti da
completarsi all’inizio delle lezioni.

La vaccinazione è fondamentale ed è l’unica arma che abbiamo per sconfiggere il coronavirus ed uscire dalla pandemia. Il green pass deve essere considerato come la patente di guida. Se non si ha la patente non si può guidare e, quindi, se non si possiede il green pass non si può accedere nella pubblica amministrazione (cui fa parre anche la scuola) e nel comparto privato, così come nei bar, ristoranti, musei, teatri e tutti i luoghi pubblici.

Soltanto così l’Italia può ripartire senza ricorrere rischi di danneggiare ulteriormente l’economia già in ginocchio.
Purtroppo tutti si devono convincere che il problema della pandemia non è risolto, anzi bisogna stare all’erta.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione