Tra bollette, scuola e mutui, gli italiani vanno incontro a una stangata d’autunno da 1.600 euro a famiglia

WhatsApp
Telegram

La stagione autunnale del 2023 si prospetta difficile per i portafogli degli italiani. Le famiglie italiane si trovano a fare i conti con rincari che potrebbero tradursi in una spesa extra di 1.600 euro.

L’associazione dei consumatori ha sottolineato che il costo dei prodotti alimentari ha registrato un aumento del 10,1% rispetto al precedente anno. Questo trend potrebbe comportare un incremento di spesa annuale per cibi e bevande di 190 euro per ogni nucleo familiare. Ma non è solo sulla tavola che si sente il peso dei rincari. A settembre, con la riapertura delle scuole, le famiglie italiane dovranno fare i conti con i costi dei prodotti di cartoleria, i quali hanno visto un aumento del 9%. Tra zaini, diari, penne e libri, una famiglia potrebbe spendere circa 50 euro in più rispetto all’anno scorso, e ciò senza contare gli incrementi dei libri di testo, che variano tra il 4% e il 12%.

Spostarsi in auto diventa più oneroso: rispetto all’ultimo quadrimestre del 2022, il prezzo della benzina ha visto un salto, attestandosi in media a 1,947 euro al litro. Considerando una media di due rifornimenti al mese per famiglia, la spesa potrebbe aumentare di 107 euro. L’allarme non si ferma qui: le bollette dell’energia elettrica potrebbero subire un rincaro tra il 7 e il 10%, mentre quella del gas potrebbe aumentare di circa il 2% già dal mese di agosto.

Tuttavia, la vera spina nel fianco per molti italiani sarà rappresentata dai mutui. A seguito delle prossime riunioni della Bce, si prevedono ulteriori rialzi dei tassi di interesse. Attualmente, un mutuo a tasso variabile per una prima casa di 125.000 euro vede una rata mensile aumentata in media del 60% rispetto all’inizio del 2022. Se la Bce dovesse decidere di aumentare i tassi in tutte le sue prossime tre riunioni, le famiglie italiane potrebbero trovarsi a pagare, solo tra settembre e dicembre, circa 1.170 euro in più rispetto all’anno precedente.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto