Toto graduatorie, siamo a due province a pettine

di
ipsef

La notizia è circolata a seguito di un articolo apparso su una rivista locale e la diffusione, con fonte ministeriale, da parte di Professione insegnante. Secondo tali notizie si prevede l’aggiornamento nella provincia di inclusione 2009 e la scelta di un’altra sola provincia tra tutte le province italiane, con inserimento a pettine.

La notizia è circolata a seguito di un articolo apparso su una rivista locale e la diffusione, con fonte ministeriale, da parte di Professione insegnante. Secondo tali notizie si prevede l’aggiornamento nella provincia di inclusione 2009 e la scelta di un’altra sola provincia tra tutte le province italiane, con inserimento a pettine.

Dal "no pettine" ad un intero set per parrucchieri. Una soluzione che prendiamo come notizia informale e da verificare, che, se troverà attuazione, contraddirà quanto sostenuto coi fatti da MIUR e Lega e quanto divulgato dalla Gilda Cuneo e dalla CISL Lombardia, secondo cui la scelta rigurderà solo una provincia a pettine.

Nel comunicato di Professione insegnante la proposta non viene accolta con grande entusiasmo che, se attuata si presterà "a essere impugnata, perché" sostiene l’associazione che invece punta su una graduatoria nazionale con scelta multipla "è una grave limitazione alla libertà di trasferimento dei docenti precari su tutte le province italiane".

Comunque sia i tempi di attesa non sono così lunghi, dal momento che l’aggiornamento è previsto per aprile/maggio 2011 e le prime bozze inizieranno a circolare dalla prossima settimana.

Versione stampabile
anief
soloformazione