Tortora arrestato 40 anni fa a Roma, Ostellari: “Il 17 giugno venga istituita la giornata della memoria delle vittime di errori giudiziari”

WhatsApp
Telegram

40 anni fa veniva arrestato a Roma Enzo Tortora con l’accusa di camorrista. Venne poi assolto da ogni accusa 4 anni dopo, ma i segni nella sua vita rimasero a lungo. Si tratta di una delle pagine più tristi e buie della giustizia italiana, che oggi ritornano in mente per l’anniversario.

Per non dimenticare oggi ai piedi dell’hotel Plaza di Roma, dove fu arrestato Tortora, il ricordo dell’Unione delle Camere penali italiane e dalla Fondazione Enzo Tortora.

Venga istituita il 17 giugno la Giornata della Memoria delle vittime di errori giudiziari, per onorare il ricordo di chi ha subito ingiustizie e ricordare a scettici e distratti che anche gli innocenti, purtroppo, vanno in galera” ha detto il sottosegretario alla Giustizia Andrea Ostellari.

Francesco Rutelli, ex sindaco, chiede che vanga messa sulla piazza di fronte all’hotel una targa in ricordo di Tortora.

Il ricordo di Tortora anche a Bergamo: il sindaco Giorgio Gori, alla presenza della figlia, ha intitolato ad Enzo Tortora i giardini di piazza Dante

Noi siamo qui per ricordare quella tragica vicenda, una bruttissima pagina giudiziaria. Siamo qui con i protagonisti di quelle battaglie accanto a Tortora, a partire dalla sua compagna Francesca Scopelliti” ha affermato il segretario dell’Unione camere penali Eriberto Rosso.

Dopo mesi di galera, di sofferenza, e dopo una battaglia politica con noi Radicali, con Marco Pannella, Tortora ebbe il riconoscimento della sua innocenza, ma l’atteggiamento colpevolista e giustizialista che lo colpì e che ancora oggi ha grande diffusione dimostra che siamo molto lontani da una concezione di giustizia giusta” ha sottolineato la leader di +Europa Emma Bonino.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri