Torna spauracchio 24 ore. Ilaria Capua, Scelta Civica, a Tuttoscuola: “Penso che nessun lavoratore abbia così tanti privilegi”. Il riferimento è ovviamente ai docenti

di redazione
ipsef

red – “Serve – afferma l’On Capua in una intervista rilasciata alla rivista specialistica "TuttoScuola" – un’assunzione di responsabilità. Il corpo docente è profondamente sottoutilizzato. Perché i professori lavorano 18 ore a settimana e hanno un giorno libero: questo oggigiorno  non lo può fare nessun lavoratore".

red – “Serve – afferma l’On Capua in una intervista rilasciata alla rivista specialistica "TuttoScuola" – un’assunzione di responsabilità. Il corpo docente è profondamente sottoutilizzato. Perché i professori lavorano 18 ore a settimana e hanno un giorno libero: questo oggigiorno  non lo può fare nessun lavoratore".

"Occorre utilizzare gli insegnanti – continua – facendoli lavorare qualche ora in più a settimana: per contribuire al recupero degli allievi più fragili, per organizzare dei centri estivi, per andare incontro alle famiglie e ai bisogni della società odierna, diversa da quella di 20/30/40 anni fa, quando la scuola è stata arricchita di un corpo insegnante così numeroso. Penso che nessun lavoratore abbia così tanti privilegi. Dicono di essere pagati poco, ma secondo me non sono poi pagati così tanto poco, se ci fossero le iniziative a cui ho accennato, sarebbe un uso di una grandissima risorsa, altrimenti sprecata e sottoutilizzata, ai danni di tutto il Paese".

"In Italia – conclude Capua – tutti gridano al cambiamento, ma il cambiamento poi deve cominciare dal Paese vicino e non da quello in cui si abita. Mi piacerebbe vedere un’assunzione di responsabilità. Ognuno di noi deve fare uno sforzo per andare verso una razionalizzazione delle spese e l’ottimizzazione delle attività. Altrimenti, ci saranno solo palle al piede che ci portiamo dietro, a scapito dell’efficienza delle istituzioni scolastiche: chi ci rimette sono i ragazzi, che sono meno preparati”.

L’Onorevole, insomma, continua in quella visione che lo scorso anno aveva scosso il mondo della docenza, quando il premier Monti a "Che tempo che fa" aveva polemizzato contro l’opposizione dei docenti a lavorare gratuitamente qualche ora in più (la famosa vicenda dellle 24 ore) parlando di privilegi corporativi

Inutile ricordare le reazioni da parte dei sindacati e del mondo della scuola in generale.

Commenta su FaceBook

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare