Tonno e cracker a mensa, Gallo (M5S): “Da sindaco atto contro Costituzione”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Onorevole Luigi Gallo (M5S), presidente della VII Commissione Cultura della Camera, è intervenuto sulla vicenda della bambina i cui genitori non hanno pagato la mensa scolastica e alla quale sono stati dati tonno e cracker al posto del pasto. 

Mensa scolastica, genitori non pagano e alla figlia danno tonno e cracker

Questo il post su FB dell’Onorevole:

Da sindaco Minerbe atto contro Costituzione. Non rappresenta principi del Paese. Quanto accaduto nella scuola in provincia di Verona, dove un’alunna ha dovuto mangiare cracker e tonno perché i genitori non erano in regola con il pagamento del servizio mensa è semplicemente vergognoso. Il sindaco di Minerbe invece di concordare una discriminazione di questo tipo con i servizi mensa verso una bambina dovrebbe preoccuparsi con i servizi sociali di rimuovere gli ostacoli economici per il diritto allo studio.

Di certo il comportamento del sindaco non rappresenta i principi costituzionali di questo Paese: al contrario, penalizza ingiustamente una bambina che non ha alcuna responsabilità nella vicenda, ma ha diritto a ricevere i servizi della scuola come tutti gli altri. È compito dell’amministrazione di Minerbe lavorare per la massima inclusione sociale sul territorio, superando i problemi esistenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione