Titolarità su scuola per tutti i docenti dal 1° settembre 2019

WhatsApp
Telegram

Libero Tassella – Titolarità per tutti. Con il contratto sulla mobilità per il prossimo anno, in attesa di una prossima legge che li mandi definitivamente in soffitta, sono stati superati 4 dei punti più contestati della legge 107/ 2015 che qualcuno ancora rimpiange (Malpezzi, ANP):

  • gli ambiti territoriali
  • la chiamata diretta
  • la titolarità su ambito
  • il contratto triennale a cura del DS.

Si voleva importare un modello diffuso in Inghilterra ma che si è rilevato da noi completamente fallimentare, tutti ricorderanno i DS caporali che in alcuni casi in fase di chiamata diretta nell’ agosto 2015 si coprirono di ridicolo.

Dal primo settembre 2019 la titolarità di tutti i docenti ritornerà ad essere su scuola.

I docenti titolari su ambito dal 2018/19 e dagli anni scolastici precedenti con incarico triennale del Dirigente Scolastico, acquisiscono automaticamente la titolarità nella scuola dove hanno stipulato detto contratto.

Possono presentare domanda di trasferimento entro il 5 aprile se vogliono cambiare scuola di titolarità.

I docenti che quest’anno hanno ottenuto per il corrente anno scolastico l’utilizzazione o l’assegnazione provvisoria provinciale o interprovinciale acquisiranno la titolarità non presso la scuola di attuale servizio, bensì nella scuola dove hanno stipulato il contratto triennale.

Si precisa che i docenti neo immessi in ruolo con decorrenza giuridica e economica 1.9.2018 possono presentare domanda di trasferimento provinciale e interprovinciale ma non di passaggio di ruolo e/o di cattedra in quanto al 5 aprile non hanno ancora superato l’anno di prova-formazione.

I docenti nominati in ruolo con nomina solo giuridica devono invece presentare domanda di trasferimento per ottenere la scuola di titolarità.

I docenti al terzo anno FIT, oggi a tutti gli effetti docenti a tempo determinato, non devono presentare la domanda di trasferimento dopo aver superato con esito positivo l’anno di prova-formazione, questi docenti assumeranno la titolarità con contratto quindi a tempo indeterminato nella scuola di attuale servizio con decorrenza 1.9.2019.

I docenti della scuola secondaria che in posizione utile in graduatoria regionale di merito, a seguito di procedura concorsuale riservata, pubblicata entro il 31.12.2018 individuati come vincitori ma non ancora assegnati ad una scuola, hanno diritto all’accantonamento dei posti dell’organico di diritto a livello provinciale dopo tutte le operazioni di mobilità e prima delle immissioni in ruolo 2019/20.

La sede di titolarità dove svolgeranno il periodo di prova, essendo stato abrogato il FIT, sarà assegnata per convocazione dagli USP di riferimento.

I docenti titolari di ambito per il corrente anno scolastico ma privi di incarico dovranno partecipare al trasferimento in ambito provinciale ( seconda fase dei trasferimenti) per ottenere la sede di titolarità. Tali docenti possono anche partecipare alla fase interprovinciale e avendo superato l’anno di prova anche domanda di passaggio di ruolo o di cattedra.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO