Docenti, tutti titolari su scuola dal 1° settembre 2019. In automatico

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Dal prossimo anno scolastico tutti i docenti saranno titolari su scuola. Nessuna domanda formale per i titolari su ambito che acquisiranno in automatico titolarità su scuola di incarico

Una lettrice ci scrive:

“Come ho letto, nonostante io sia stata assunta tramite scelta dell’ambito, dall’anno prossimo dovrei diventare titolare su scuola. La mia domanda è: in caso quest’anno chiudano una sezione e io risulti perdente posto dovrò essere riassunta su ambito o potrò scegliere scuola e provincia? “

Dall’anno scolastico 2019/20, non esisterà più la titolarità su ambito territoriale, ma tutti i docenti saranno titolari su scuola.

Titolarità su scuola per docenti con incarico triennale

I docenti con incarico triennale nel corrente anno scolastico, quindi con titolarità su ambito, acquisiscono la titolarità nella scuola di incarico prima della mobilità, a prescindere dal fatto che decidano di partecipare o meno alla mobilità territoriale o professionale

Questa disposizione è chiaramente prevista nell’art.6  comma 8 del CCNI sulla mobilità, dove si stabilisce quanto segue:

Prima di eseguire la mobilità, i docenti con incarico triennale , ivi inclusi i docenti con incarico triennale in scadenza al 31 agosto 2019, acquisiscono la titolarità sulla scuola di incarico. I  docenti titolari su ambito, privi di incarico su scuola,  sono assegnati sulla provincia

Tutti titolari su scuola dal 27 febbraio

Come prontamente segnalato nel nostro articolo, il MIUR ha avviato le operazioni  nel SIDI (Sistema Informativo Dell’Istruzione) per spostare la titolarità da ambito a scuola dei docenti con incarico triennale, comunicando che tale procedura viene attivata in data 27 febbraio.

Tale procedura, anche se attuata tecnicamente il 27 febbraio, determinerà, comunque,  la titolarità nella scuola di incarico con decorrenza 1 settembre 2019

Contrazione in organico nella scuola di titolarità

Il docente con incarico triennale, che acquisisce titolarità nella scuola, viene inserito nella graduatoria interna di istituto con i criteri già utilizzati in precedenza come docente titolare su ambito e se risulta in ultima posizione nella graduatoria, in presenza di una contrazione nell’organico della scuola, viene dichiarato soprannumerario.

Come docente soprannumerario dovrà presentare domanda di trasferimento, che potrà condizionare per garantirsi il riassorbimento automatico nella scuola se, in fase di mobilità, dovesse liberarsi una cattedra per il suo posto di insegnamento o per la sua classe di concorso.

Non presentando domanda di trasferimento il docente soprannumerario sarà trasferito d’ufficio in una scuola del comune di titolarità o, in subordine in una scuola di un comune viciniore sulla base dell’apposita tabella di viciniorietà pubblicata dall’Ufficio scolastico territoriale.

Potrà essere trasferito d’ufficio anche presentando domanda di trasferimento, se non potrà essere soddisfatto per nessuna delle preferenze espresse nella domanda

In ogni caso non è previsto il trasferimento d’ufficio su ambito,  in quanto non è più prevista la mobilità su ambito né a domanda né d’ufficio

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads