Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

TFS dipendente pubblico con pensione quota 100 a 64 anni: quando la liquidazione della prima rata?

Stampa
TFR

Quando spetta la liquidazione del TFS a coloro che accedono alla pensione con quota 100?

Accedere alla pensione con la quota 100 non richiede necessariamente un’attesa di 5 anni per la liquidazione della prima rata del TFS. Vediamo come le tempistiche di attesa cambiano in base all’età ed ai contributi posseduti al momento del pensionamento rispondendo alla domanda di una nostra lettrice:

Buona sera, Sono un’insegnante statale. Sono andata in pensione il primo settembre del 2019 con quota 100, più precisamente a 64 anni e 40 anni di lavoro. 
Quando percepiro’ il TFR? 
Grazie 

Liquidazione TFS quota 100

Il decreto 4/2019 che ha introdotto la quota 100 prevede che i lavoratori della pubblica amministrazione che accedono alla pensione utilizzando questa misura avranno un’attesa più lunga per la liquidazione del TFS e nello specifico la minore delle due attesa tra:

  • 12 mesi dopo il raggiungimento dei 67 anni a cui aggiungere anche i 90 giorni necessari all’INPS per la liquidazione della pratica (nel suo caso 4 anni di attesa e liquidazione della prima rata del TFS solo a fine 2023)
  • 24 mesi dopo il raggiungimento dei 41 anni  e 10 mesi di contributi necessari alle donne per l’accesso alla pensione anticipata, e dei 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini a cui aggiungere anche i 90 giorni necessari all’INPS per la liquidazione della pratica (nel suo caso poco meno di 4 anni e, quindi, non prima dell’ottobre/novembre 2023).

Cambia poco, quindi, nel suo caso prendere a riferimento il primo o il secondo computo di attesa; in ogni caso il TFS le potrà essere liquidato in 1, 2 o 3 rate annuali e nello specifico:

  • se l’importo che le spetta è fino a 50mila euro le sarà liquidato nelle date indicate in un’unica soluzione
  • se l’importo che le spetta è superiore ai 50mila euro ma inferiore ai 100mila, riceverà la prima rata a fine 2023 e la parte eccedente i 50mila con una seconda rata erogata a 12 mesi di distanza dalla prima;
  • se le spetta, invece, un importo superiore ai 100mila euro riceverà una rata da 50 mila euro entro la fine dei 2023, un’altra rata da 50 mila euro a 12 mesi di distanza dalla prima rata e la parte che eccede i 100mila euro solo a 12 mesi di distanza dal pagamento della seconda rata.


Prestito Anticipo TFS fino a €45000 con spread 0,40%
Clicca qui e scopri come chiederlo on line in pochi minuti
Metodo comodo e sicuro anche a distanza!


Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia avvia il nuovo ciclo formativo: “Coding e pensiero computazionale per la scuola del primo ciclo”