TFR supplenti 30 giugno, in arrivo pagamenti contratti 2018

di redazione
ipsef

item-thumbnail

TFR supplenti viene pagato non prima di 12 mesi della fine del contratto. Il termine ultimo. Sono numerosi i quesiti giunti in redazione, da parte dei docenti supplenti, in merito alla riscossione del trattamento di fine di rapporto. 

Cos’è

Il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) è un accantonamento retributivo con funzione previdenziale liquidato dall’INPS al personale a tempo determinato, sulla scorta dei dati inviati dalla scuola.

Quando si riscuote

La liquidazione del TFR, per i contratti cessati il 30 giugno 2019, avverrà non prima di 12 mesi dalla scadenza del contratto.

Decorso tale termine, l’INPS dovrà liquidare il TFR entro i 3 mesi successivi.

Secondo le risposte finora fornite dall’assistenza, le date di pagamento verranno rispettate.

I supplenti il cui contratto è cessato il 30 giugno 2019, invece, non percepiranno la somma prima di luglio 2020.

Su NoIPA è possibile accedere a Consultazione TFR, che consente di monitorare lo stato di lavorazione delle dichiarazioni TFR inviate a INPS.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione