TFA speciali previsti tra giugno 2013 e febbraio 2014

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

CISL – Con l’improvvisa informativa che si è svolta nella tarda mattinata di oggi al MIUR, il Capo Diaprtimento, Dott.ssa Lucrezia Stellacci, ha anticipato alle OO.SS. la volontà del Ministro di emanare l’integrazione del DM 249/2010 sui TFA speciali, corredata da due provvedimenti attuativi (DM) con i quali:

CISL – Con l’improvvisa informativa che si è svolta nella tarda mattinata di oggi al MIUR, il Capo Diaprtimento, Dott.ssa Lucrezia Stellacci, ha anticipato alle OO.SS. la volontà del Ministro di emanare l’integrazione del DM 249/2010 sui TFA speciali, corredata da due provvedimenti attuativi (DM) con i quali:

– si prevedono i criteri di organizzazione dei corsi speciali, prevedendo tra l’altro la ripartizione in tre annualità successive – 2012/13, 2013/14 e 2014/15, dei circa 75.000/80.000 potenziali aspiranti, e si introducono nuove condizioni per l’acquisizione dell’abilitazione

– si modifica la tabella di valutazione dei titoli per l’inserimento nelle graduatorie di istituto di seconda fascia, prevedendo una valutazione differenziata delle abilitazioni conseguite con i TFA ordinari e speciali, ovviamente a sfavore di questi ultimi.

Con il primo provvedimento si prevede un prova nazionale di accesso, con test analoghi a quelli attivati per il concorso ordinario, non selettiva, ma utilizzata per costituire una graduatoria al fine di ripartire i partecipanti tra le tre successive annualità, e influente nell’attribuzione del voto finale di abilitazione, con un “peso” da 1 a 35 punti rispetto ai 100 totali.

Il voto di abilitazione sarebbe, infatti, determinato per massimo 35 punti dall’esito del test nazionale, per massimo 50 punti dalle prove di verifica intermedie (per ciascuna delle quali è previsto il superamento con una votazione di 18/30) e per massimo 15 punti dall’esame finale.

Nessun cenno ad una considerazione degli anni di servizio prestati che, quindi, non entreranno nella valutazione del titolo abilitante, definito "accademico".

Quanto alla tempistica, l’amministrazione ha ipotizzato che nelle more dell’iter di registrazione alla Corte dei Conti delle integrazioni al regolamento 249 (30 giorni), si procederebbe alla predisposizione delle procedure Polis per la presentazione delle istanze, prevedendo un “blocco” in assenza dei requisiti richiesti, all’immediata emanazione dei termini di presentazione delle domande non appena intervenuta la pubblicazione del provvedimento in gazzetta ufficiale, e all’altrettanto rapida indizione della prova nazionale così da prevedere lo svolgimento dei primi TFA speciali tra giugno 2013 e febbraio 2014 (A.A. 2012/13).

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri