TFA sostegno VIII ciclo, test preselettivo: domanda su Clotilde Pontecorvo. Ecco perché la risposta E è sbagliata

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo anno accademico 2022/23. Il test preselettivo per la scuola secondaria di II grado, in alcune Università, è stato segnato da polemiche relative a risposte ad alcune domande, Il consorzio Cineca, responsabile della formulazione del testo, ha sottoposto a verifica tutte le segnalazioni pervenute.

L’esito di tali verifiche è che tutte le contestazioni possono essere respinte, con l’esclusione di UNA SOLA segnalazione, riferita al quesito n. 37, per il quale gli esperti hanno confermato che, alla luce delle argomentazioni addotte, possono essere ritenute egualmente valide due opzioni di risposta, ovvero l’opzione A) ma anche l’opzione B).

Si tratta della domanda presente nella prova preselettiva della Secondaria di II grado, per il quale gli esperti del Cineca hanno confermato che alla luce delle argomentazioni addotte possono essere ritenute egualmente valide due opzioni di risposta, ovvero sia l’opzione A) ma anche l’opzione B).

Riportiamo il quesito oggetto della contestazione accolta:

Quali tra le seguenti affermazioni è corretta?

a) Il pensiero verticale si mette in moto quando esiste una direzione
b) Il pensiero laterale si mette in moto per generare una direzione
c) Il pensiero laterale si mette in moto verso una soluzione chiaramente definita
d) Con il pensiero orizzontale è possibile cercare approcci diversi, fino a trovare quello corretto
e) Con il pensiero orizzontale si cerca di individuare il miglior approccio

Vi è poi una precisazione della validazione del quesito 22

Quale delle seguenti affermazioni NON descrive correttamente il concetto di “co-costruzione delle conoscenze” introdotto da Clotilde Pontecorvo?

A) È un fenomeno cognitivo che vede insegnanti e alunni apprendere insieme nuove nozioni o abilità
B) Viene definito “sindrome dei nipotini di Paperino”: ciascuno membro del gruppo dice un pezzo di frase come se il gruppo fosse un’unica mente.
C) Si manifesta anche come cooperazione del gruppo nel completamento di un’asserzione
D) Si tratta di un “pensare assieme”, che spesso si osserva nelle discussioni scolastiche tra allievi nella scuola dell’infanzia
E) È caratterizzato da impermeabilità, cioè dalla indisponibilità dei partecipanti ad accettare il pensiero altrui

Compito: Secondaria 2 grado

Contestazione: alcuni candidati sostengono che la risposta corretta è la E

Risposta esperto: Anche a livello puramente logico: se parliamo di co-costruzione delle conoscenze, il presupposto è proprio l’accettazione del pensiero altrui. Andando in dettaglio, chi ha posto dubbi sulla validità del quesito si riferisce, peraltro solo parzialmente, alla definizione del concetto di Co-Costruzione come riportato nei testi. Ma la domanda NON si riferisce, in tutta evidenza, alla definizione (parola non presente nel testo della domanda), ma alla descrizione del concetto, cioè al contesto entro cui tale concetto è, appunto, descritto e non definito o caratterizzato. Data questa tipologia di quesito, il distrattore docimologicamente più vicino alla risposta giusta, ma non corretto, quindi rientrante nelle risposte sbagliate, si riferisce alla definizione omettendone, peraltro, parte integrante (cioè la “formulazione”, seppure in forma negativa). La impermeabilità è la premessa, il presupposto affinché ci sia cocostruzione delle conoscenze. La descrizione del concetto parte dal fatto che il pensiero è
caratterizzato da impermeabilità e, proprio per questo, serve il concetto introdotto da Clotilde Pontecorvo. Se il bambino fosse “permeabile”, non avrebbe senso teorizzare un metodo così rivoluzionario come quello di Clotilde Pontecorvo. Per questo motivo la risposta E è sbagliata.

La precisazione è stata pubblicata dall’Università di Messina

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri