TFA sostegno VIII ciclo: dubbi sui tre anni di servizio per l’accesso e riserva del 35%. Sindacati scrivono al Ministero

WhatsApp
Telegram

I sindacati, in seguito alla pubblicazione dei decreti ministeriali riguardanti l’attivazione dei percorsi dell’VIII ciclo di TFA sul sostegno, hanno espresso alcune richieste e preoccupazioni.

Le richieste dei sindacati

Le organizzazioni chiedono chiarimenti su vari punti. Primo, se le 3 annualità previste dall’art.18-bis del D.Lgs.59/2017 possono essere valutate ai sensi dell’art.11, comma 14 della L.124/1999, rendendo così utile anche l’annualità corrente. Secondo, se per la partecipazione al TFA sia necessario il possesso del servizio di sostegno sullo specifico grado di istruzione.

Inoltre, si chiede se l’aspirante che possiede i requisiti previsti sia dall’articolo 18 bis che dall’articolo 2 comma 8 del DL 22/2020 debba scegliere all’atto dell’iscrizione per una delle due condizioni. Infine, si richiede chiarimento sulla partecipazione nell’ambito della percentuale di riserva del 35% e sulla disposizione prevista dall’art.3, comma 2 del D.M. 694 del 30/05/2023.

Preoccupazioni sulle date delle prove preselettive

I sindacati esprimono preoccupazione sulle date fissate per la prova preselettiva, che potrebbero coincidere con quelle degli esami di Stato, creando notevoli problemi.

Leggi anche

TFA Sostegno VIII ciclo: laurea + 24 CFU o diploma ITP per secondaria, diploma magistrale o laurea SFP primaria e infanzia. Tutti i requisiti [LO SPECIALE Aggiornato]

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00