TFA sostegno VIII ciclo: date prove, posti disponibili. Tutto quello che sappiamo realmente

WhatsApp
Telegram

Quando sarà pubblicato il decreto ministeriale che riguarda l’indizione del VIII ciclo del Tfa sostegno? Annunciato per marzo, poi aprile, adesso siamo alla fine di maggio, ma del provvedimento non c’è traccia. Alcuni punti fermi: il decreto deve essere emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca.

Interlocuzioni sono in corso per chiudere definitivamente il decreto che deve essere firmato dal ministro Anna Maria Bernini e poi registrato. Secondo quanto apprende la nostra redazione e confermato anche da diversi esponenti politici, in primis il responsabile Istruzione della Lega, Mario Pittoni, non occorrerà aspettare molto: c’è chi si sbilancia e scrive, più o meno con cognizione di causa, di “attesa finita”, c’è, invece, chi riporta numeri o addirittura si lancia in date per la prova preselettiva.

Fughe di notizie e indiscrezioni si susseguono visto anche l’enorme interesse sulla vicenda. Sui numeri dei posti disponibili, considerando 22mila nel 2021, 25mila nel 2022, è possibile ipotizzare un aumento della platea che potrà seguire i corsi, ma anche in questo caso occorre tenere i piedi ben piantati a terra.

Gli ultimi due Tfa sostegno

Decreto Ministeriale n. 333 del 31-3-2022

VII ciclo del corso di specializzazione sul sostegno didattico

Decreto Ministeriale n. 755 del 6-7-2021

VI ciclo del corso di specializzazione sul sostegno didattico

TFA Sostegno VIII ciclo, posti, requisiti, esonero dalle prove e percorso abbreviato. Cosa c’è da sapere [LO SPECIALE]

I requisiti di accesso al TFA sostegno

Per accedere al corso di specializzazione sul sostegno ci sono i requisiti ordinari per la scuola dell’infanzia e primaria e quelli per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Requisiti d’accesso ordinari 

Per l’accesso ai percorsi di specializzazione nella scuola primaria e dell’infanzia, i requisiti sono (uno dei seguenti):

  1. titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente; oppure
  2. diploma magistrale, compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Per l’accesso ai percorsi di specializzazione nella scuola secondaria di primo e secondo grado, i requisiti sono (uno dei seguenti):

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso ovvero analoghi titoli di abilitazione conseguiti all’estero e riconosciuti in Italia ai sensi della normativa vigente; oppure 
  2. laurea magistrale o a ciclo unico (oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) più 24 CFU/CFA o abilitazione per altra classe di concorso/grado di istruzione (attenzione alla data ultima per il conseguimento dei 24 CFU) I 24 CFU potranno essere stati conseguiti dopo il 31 ottobre? Anche su questo si attende una risposta. 

Per quanto riguarda gli insegnanti tecnico-pratici, ovvero gli ITP, sino al 2024/25, il requisito d’accesso è il diploma che dà accesso alla classe di concorso.

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza

Le prove di accesso

Per accedere al corso di specializzazione sono previste delle prove di accesso. Ecco quali sono:

  1. test preselettivo (è superato da un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nel singolo Ateneo. Sono inoltre ammessi alla prova scritta gli aspiranti che conseguano lo stesso punteggio degli ultimi degli ammessi) Esercitati con i test degli anni precedenti. Per tutti gli ordini e gradi di scuola
  2. una o più prove scritte ovvero pratiche (la prova è superata con un punteggio minimo di 21/30. In caso di più prove, la valutazione è ottenuta dalla media aritmetica della valutazione nelle singole prove, ciascuna delle quali deve essere comunque superata con un punteggio minimo di almeno 21/30);
  3. prova orale (è superata con un punteggio minimo di 21/30).

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri