TFA sostegno VI ciclo: docenti già specializzati hanno delle agevolazioni, ma devono superare la selezione di accesso

Stampa

Con la pubblicazione del DM n. 755/2021, che autorizza gli Atenei ad attivare i percorsi di specializzazione nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado per 22.000 posti, il Ministero dell’Università ha avviato l’iter che condurrà alla realizzazione dei percorsi di TFA sostegno VI ciclo. Cos’è previsto per il docente già specializzato in altro grado di istruzione.

DM n. 755 del 6 luglio 2021 – La ripartizione dei posti per università e ordine di scuolaTFA sostegno VI ciclo: bandi, scadenze, costi per la preselettiva e iscrizione ai corsi 

Prima di entrare nello specifico dell’argomento, ricordiamo sinteticamente quali prove devono superare gli aspiranti per accedere ai succitati percorsi di specializzazione.

Selezione accesso ai corsi

La selezione per l’accesso ai percorsi prevede un test preselettivo, una o più prove scritte ovvero pratiche e una prova orale. Il test preselettivo si svolge nella medesima data per ciascun grado di istruzione:

  • 20 settembre 2021 (mattina) prove scuola dell’infanzia
  • 23 settembre 2021 (mattina) prove scuola primaria
  • 24 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria I grado
  • 30 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria II grado

Come detto sopra, per accedere ai corsi è necessario superare:

  1. il test preselettivo (è superato da un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nel singolo Ateneo; sono inoltre ammessi coloro che conseguono il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi);
  2. la prova/e scritta/e (è superata con un punteggio minimo di 21/30. Nel caso di più prove, la valutazione è ottenuta dalla media aritmetica della valutazione nelle singole prove, ciascuna delle quali deve essere comunque superata con una votazione non inferiore a 21/30);
  3. la prova orale (è superata con un punteggio minimo di 21/30).

Il punteggio conseguito nel test preselettivo non viene considerato ai fini della formulazione della graduatoria degli ammessi al corso.

Corso di preparazione al VI° ciclo del TFA sostegno

Docenti specializzati in altro grado di istruzione

Un nostro lettore chiede:

1) Salve ho conseguito la specializzazione su sostegno a giugno 2021 nella secondaria di primo grado. Volendo partecipare alla selezione per la secondaria di secondo grado potrei saltare la preselettiva accedendo direttamente allo scritto?

La risposta al quesito è negativa, a meno che lo stesso (lettore) non rientri in una delle categorie di seguito riportate.

Accedono direttamente alla prova scritta:

  • coloro che, nei dieci anni scolastici precedenti, hanno svolto almeno tre annualità di servizio sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura (DL n. 22/2020, convertito in legge n. 41/2020) ;
  • i soggetti disabili con invalidità uguale o superiore all’80% (ai sensi della legge n. 104/92);
  • coloro che hanno superato la prova preselettiva del V ciclo ma poi non hanno potuto sostenere le ulteriori prove perché sottoposti a misure sanitarie di prevenzione da COVID-19 (isolamento e/o quarantena, secondo quanto disposto dalla normativa di riferimento). Tale ultima disposizione è valida soltanto per il VI ciclo, come leggiamo nel DM 755/2021.

Per i docenti specializzati in altro grado di istruzione, comunque, è prevista una specifica disposizione, come leggiamo nell’articolo 3, comma 5, del DM n. 92/2019:

Gli Atenei predispongono percorsi abbreviati, finalizzati all’acquisizione del titolo, per i soggetti che hanno già conseguito il titolo di specializzazione sul sostegno in un altro grado di istruzione e risultino utilmente collocati in graduatoria di merito, ovvero ammessi in soprannumero ai sensi dell’articolo 4, comma 4.

I docenti già specializzati in altro grado di istruzione, dunque, seguiranno un percorso abbreviato, al fine di conseguire la “nuova” specializzazione, sia se superano la selezione (test preselettivo + scritto+ orale) e rientrano nel numero dei posti banditi sia se sono ammessi in soprannumero.

Ricordiamo che sono ammessi in soprannumero ai percorsi di specializzazione, quindi senza svolgere la selezione, gli aspiranti che nei precedenti cicli di TFA:

  • abbiano sospeso il percorso ovvero, pur in posizione utile, non si siano iscritti al percorso;
  • siano risultati vincitori di più procedure e abbiano esercitato le relative opzioni;
  • siano risultati inseriti nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile.

Per tutte le info leggi il nostro SPECIALE

Corso di preparazione al VI° ciclo del TFA sostegno

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur