TFA sostegno VI ciclo al via, chi può partecipare alle selezioni e chi no [con VIDEO GUIDA]

Stampa

Il Ministero dell’Università ha emanato il decreto n.755 del 6 luglio per l’attivazione del VI ciclo del Tfa sostegno. Diversi lettori, in concomitanza con la pubblicazione dei bandi da parte delle Università ci chiedono di chiarire i requisiti richiesti per partecipare al corso di specializzazione su sostegno nei vari gradi di istruzione.

Ricordiamo quali sono i summenzionati requisiti, distinguendo tra scuola  infanzia/primaria e secondaria, e indichiamo anche chi non può partecipare alla selezione.

Corso specializzazione sostegno: requisiti infanzia e primaria

Possono partecipare alla selezione per i corsi di sostegno scuola dell’infanzia e primaria i soggetti in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • Laurea in Scienze della formazione primaria (in qualsiasi anno conseguita)
  • diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02
  • analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente

Tra i diplomi magistrale sono titoli validi anche:

  • diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico
  • diploma sperimentale a indirizzo linguistico

Corso di preparazione al VI° ciclo del TFA sostegno

Corso specializzazione sostegno: requisiti secondaria primo e secondo grado

Possono partecipare alla selezione per i corsi di sostegno scuola secondaria i soggetti in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso
  2. laurea coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del
    concorso+ 24 CFU i
    n discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche di cui al DM n. 616/2017

Gli ITP partecipano con il diploma.

Esclusivamente per questo ciclo, in deroga all’art. 4 comma 4 del decreto 8 febbraio 2019, n.92, i candidati che abbiano superato la prova preselettiva del V ciclo, ma che a causa di sottoposizione a misure sanitarie di prevenzione da COVID-19 (isolamento e/o quarantena, secondo quanto disposto dalla normativa di riferimento), non abbiano potuto sostenere le ulteriori prove, sono ammessi direttamente alla prova scritta.

I candidati in possesso di titolo di studio non abilitante conseguito all’estero sono ammessi a partecipare alla selezione, previa presentazione del titolo, secondo le norme vigenti in materia di ammissione di studenti stranieri ai corsi di studio nelle Università italiane ed il titolo è valutato, ai fini dell’ammissione, dalla competente commissione esaminatrice nominata dall’ateneo.

In linea generale, non possono partecipare alla selezione:

  • i diplomati magistrale che hanno conseguito il titolo dopo il 2001/02 (per l’infanzia e la primaria)
  • i laureati privi dei 24 CFU (per la secondaria)
  • i diplomati il cui titolo non dà accesso a nessuna delle classi di concorso della Tabella B allegata al DPR 19/2016 (per la secondaria)
  • i laureati con i 24 CFU  ma con il titolo (la laurea) non idoneo all’insegnamento, ossia privo di quelle discipline e CFU senza i quali non si può accedere ad una delle classi di concorso (per la secondaria)

Possono partecipare

  • sia docenti di ruolo che precari
  • Sono ammessi direttamente alla prova scritta – senza partecipare al test preselettivo – i docenti che nei dieci anni scolastici precedenti abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio1999, n. 124, sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura.

Tfa sostegno, al via il VI ciclo: 22mila posti disponibili, ecco la ripartizione ateneo per ateneo. DECRETO [PDF] con VIDEO GUIDA

Corso di preparazione al VI° ciclo del TFA sostegno

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione