TFA sostegno V ciclo, la preselettiva delude ancora: in alcune Università si entra con 11,5 punti in altre ne servono 28,5

Stampa

TFA sostegno V ciclo anno accademico 2019/20: si sono svolte le preselettive per l’accesso al nuovo corso di specializzazione per le attività didattiche di sostegno. Ancora una volta deludente il meccanismo utilizzato per determinare il superamento della prova, in quanto a determinare l’accesso è il risultato del più bravo. Se il più bravo totalizza 30 punti su 30, quello è il metro di partenza. Se il più bravo totalizza 28, la scala scende.

Ricordiamo che sono stati

Esonerati dalla prova preselettiva

per cui accedono direttamente alla prova scritta

  • soggetti che nei dieci anni scolastici precedenti abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura
  • i candidati con disabilità affetti da invalidità pari o superiore all’80% di cui alla legge 104/1992 art. 20

Chi supera il test preliminare

Per superare il test preliminare non c’è un punteggio minimo e, come prevede il DM 92/2019, è ammesso alla prova scritta un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nella singola sede per gli accessi (nei singoli Atenei). Sono inoltre ammessi alla prova scritta coloro che conseguono lo stesso punteggio dell’ultimo degli ammessi.

Il test preliminare è stato costituito da 60 quesiti.  La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata  vale 0 (zero) punti.

I risultati

Comunicati dalle Università a pochi giorni di svolgimento della prova (in alcune sono già in corso le prove scritte), vengono “mal digeriti” da alcuni candidati.

A fronte infatti del risultato dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, in cui per la primaria l’ultimo dei candidati ammessi ha un punteggio di 11.5 punti, si attesta l’UNint dove per la scuola secondaria occorre aver conseguito un risultato di almeno 28,5 per rientrare nel numero degli ammessi. [N. B. Le Università sono state scelte a caso]

Il risultato della preselettiva non farà media con la prova scritta e orale, ma è determinante solo ai fini dell’accesso.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì