TFA sostegno V ciclo: bloccata dal Covid dopo aver superato preselettiva e prova scritta. Lettera

Stampa

inviata da Lucia  Della Valle – Sono qui a scriverLe a nome di tutti coloro che, come me, sono stati impossibilitati a partecipare alle prove di accesso al Corso di specializzazione sul sostegno. Una palese ingiustizia perché tale impedimento è del tutto indipendente dalla volontà di ciascuno dei docenti sottoposti a quarantena dalle ATS locali per casi covid a scuola.

Ed è ancora più difficile da accettare quando, come nel mio caso, siano state superate le prove scritte. Tre giorni prima del colloquio orale ho ricevuto dall’ATS del mio territorio comunicazione di essere in stato di isolamento fiduciario, pertanto impossibilitata a presentarmi alla prova orale, ciò ha comportato l’esclusione dal concorso nonostante io avessi già superato le prove scritte.

Contattata tempestivamente l’università, la stessa mi ha informato dell’impossibilità di calendarizzare delle prove suppletive perchè la normativa non ha previsto l’eventualità che tali prove fossero espletate.

E’ indubbio che stiamo vivendo in un momento di straordinaria emergenza e ciò implica che ognuno di noi debba fare la sua parte per poterne uscire insieme, ma è altrettanto vero che quanto è accaduto è una palese ingiustizia nei confronti di coloro che, come me, dopo mesi di studio, sacrifici, dopo aver investito tempo, risorse e denaro si ritrovano ingiustamente privati dei loro diritti. Docenti che hanno investito nella loro formazione con sacrificio e determinazione.

Ovunque si avverte la necessità di avere docenti di sostegno specializzati che possano accompagnare i ragazzi nel loro percorso formativo e al contempo non si tutela il diritto di tutti quei docenti che per impedimenti, nel caso di specie causa Covid, non dipendenti dalla propria volontà si sono visti privati del loro diritto.

È una palese ingiustizia che andrebbe sanata prevedendo a livello nazionale la possibilità per le università di calendarizzare prove suppletive per garantire il diritto ai docenti esclusi di poter essere valutati ai fini dell’accesso al Corso di Specializzazione.

Con la presente Le chiedo di prendere in considerazione l’ingiusta situazione venutasi a creare a causa del particolare momento di emergenza in cui stiamo vivendo ponendo rimedio a tale palese ingiustizia.

Una docente delusa e amareggiata

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole