TFA sostegno, Regione: troppo pochi i posti per il Piemonte

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Assessorato regionale all’Istruzione del Piemonte vuol promuovere un incontro tra l’Università di Torino e l’Ufficio Scolastico per capire come far fronte alla cronica mancanza di insegnanti di sostegno specializzati. 

Numerosi docenti infatti anche quest’anno continuano ad insegnare privi del titolo di specializzazione e delle competenze specifiche per questa professione.

Il problema, già all’attenzione della Conferenza Stato – Regioni, in Piemonte è particolarmente sentito perché l’università di Torino organizzerà per l’a.a. 2018/19 percorsi di formazione per soli 200 posti. La domanda di partecipazione è scaduta il 26 marzo scorso.

“Si tratta con ogni evidenza di cifre del tutto inadeguate ai bisogni piemontesi, dichiara l’Assessore Appiano su Torinoggi. Basti pensare che lo stesso numero complessivo di percorsi di specializzazione è attivato dagli atenei della Basilicata, regione con popolazione inferiore di otto volte a quella del Piemonte. Questo non può che riflettersi negativamente sulle condizioni di tante ragazze e tanti ragazzi disabili”.

“La questione, ha concluso Pentenero, è stata posta anche in Conferenza Stato-Regioni e, allo stato attuale, è indispensabile che il Governo nazionale dedichi maggiori risorse per finanziare la formazione degli insegnanti. La Giunta regionale non mancherà di esercitare la propria azione politica in questa direzione”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione