TFA sostegno, la selezione è un concorso. Lettera

ipsef

item-thumbnail

inviata da Giovanni Cappuccio – Tfa sostegno e prove preselettive: ovvero so già tutto. 

Ma è così anche negli altri paesi europei o siamo noi come al solito gli italiani che si devono distinguere ad ogni costo? Una brevissima considerazione.

Devo fare il test d’ingresso al sostegno e mi devo preparare alle prove che sono : test preselettivo, superate il quale mi sottopongono a prove scritte e superate le quali, mi sottopongono alle prove orali, il tutto non su argomenti campati in aria o di saggio per capire la personalità del candidato, ma su tutto o quasi lo scibile pedagogico, didattico, psicologico, di diritto scolastico e chi più ne ha più ne metta, ma allora a questo punto, so tutto, perché mi sottopongono a un ulteriore corso di 8 e passa mesi, so già tutto quello che devo ristudiare nel corso, per la modica (!) cifra di 3000 euro che servono a impinguare le casse dell’Università.

Ma cosa poi mi insegneranno tanto di più? Forse mi daranno tutte quelle competenze, altre?, che mi consentiranno di “ guarire” , oltre che di educare e insegnare?

Versione stampabile
anief banner
soloformazione