TFA sostegno, iniziano i corsi. Il Rettore: docenti devono avere passione, non pensare al cartellino da timbrare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari, ha salutato i corsisti con un messaggio “Avete un compito importantissimo: avrete a che fare con bambini e ragazzi che hanno una grandissima voglia di vivere e di imparare”.

E ancora “Su alcune cose non avrete un compito semplice, ve lo anticipo. Insegno neuroscienze, e so bene quanto siano complicati i meccanismi della mente. Voi dovete avere passione: il vostro è un mestiere importante, ma non può essere fatto pensando al cartellino da timbrare. Se siete così lasciate subito perdere: diventerebbe un’angoscia per tutti: per voi, per i bambini e le famiglie. Fate una cosa molto seria

In Sardegna le cattedre scoperte per il sostegno sono circa 2.000.  “L’Università – sottolinea Francesco Feliziani, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale –  sta facendo uno sforzo organizzativo enorme per aiutarci a colmare i 2mila posti scoperti in Sardegna: bambini e ragazzi che in parte resteranno comunque senza insegnante specializzato di sostegno. La scuola oggi ha un grande problema di reclutamento: siete 258 su oltre 2mila domande presentate, ma per assumervi nella scuola saranno necessarie ancora altre procedure di reclutamento”.

I momenti più significativi della cerimonia di inaugurazione presso l’università di Cagliari

Versione stampabile
anief banner
soloformazione