TFA sostegno, docenti di ruolo possono pagare con Carta docente

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Carta docente ossia il bonus di 500 euro per la formazione e l’autoaggiornamento dei docenti di ruolo delle scuole statali può essere utilizzata per pagare, in parte, l’iscrizione al corso di sostegno. 

Ricordiamo che l’importo massimo annuo a disposizione del docente è di 500 euro. Tuttavia alcuni docenti potrebbero avere nel borsellino una cifra più elevata per il cumulo di somme non spese nell’anno scolastico 2017/18.

In ogni caso, visti i costi delle iscrizioni,  il docente non potrà coprire con il bonus l’intera retta ma solo una parte.

Preparati con il corso organizzato da Orizzonte Scuola e Centro studi Leonardo. In regalo un buono sconto del 25% sul prezzo di copertina dei libri Edises

Bisogna poi accertarsi che le Università accettino il pagamento con Carta docente.

I docenti precari invece non possono usufruire di questa opportunità. Solo qualche Università propone una minima differenziazione nella retta di iscrizione in base all’ISEE.

Tutti i bandi pubblicati

Lo speciale di Orizzonte Scuola sul TFA sostegno a.a. 2018/19

Versione stampabile
anief banner
soloformazione