TFA sostegno, a breve nuova selezione per 14mila posti: chi può partecipare. Come sarà articolato il corso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il TFA sostegno, il corso di specializzazione organizzato delle Università, è già stato autorizzato dal MEF e sarà organizzato dal Miur in tre tornate. 

La prima, per 14.000 posti,  è stata avviata nell’a.a. 2018/19 ed è in corso di svolgimento. Il termine è previsto per marzo 2020.

Il secondo ciclo potrebbe essere avviato a breve. Così infatti ha dichiarato più volte il sottosegretario Azzolina.

Sta per concludersi – ha spiegato Azzolina – il quarto
ciclo del corso di specializzazione per 14 mila posti. Ne seguiranno altri due,
di cui uno sarà bandito a breve, ciascuno per altri 14.000 posti. Nel
complesso, quindi, i posti banditi saranno 42 mila nel triennio 2018/2020. In questo modo si concorre a soddisfare l’esigenza di coprire il fabbisogno di docenti specializzati, evitando il ricorso a personale a tempo determinato
sprovvisto di titolo di specializzazione per il sostegno”.

Ai 14 mila posti “ordinari” vanno aggiunti quelli già riservati agli idonei del precedente corso, ossia ai docenti che hanno già superato tutte le prove selettive e che non sono stati ammessi per esiguità del numero di posti. Il loro numero oscilla tra i 5.000 e i 7.000.

Anche su questo punto c’è un preciso impegno, ribadito anche recentemente, da parte del sottosegretario “Voglio tranquillizzare i tanti che in questi mesi mi hanno scritto e che continuano a chiedere risposte precise. Il decreto che regola il corso di specializzazione sul sostegno è chiaro: gli idonei hanno diritto direttamente alla frequenza in soprannumero del prossimo cicloProssimo ciclo che sarà bandito al più presto. Discontinuità col passato significa rispettare i tempi e trattare le persone da cittadini e non da sudditi.”

E’ allo studio un ampliamento del numero dei posti nelle varie Università.

Requisiti di accesso

I requisiti di accesso finora noti:

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  2. laurea coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso+ 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.
  3. gli ITP continueranno a partecipare con il diploma fino al 2024/25. Da quella data laurea triennale + 24 CFU.

N.B. L’articolo va considerato sulla base della normativa oggi vigente.

Prove

Con molta probabilità sarà confermato il test preselettivo composto da 60 quesiti formulati con 5 opzioni di rispsota. Di questi, Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale O(zero) punti. Il test ha la durata di due ore.

POssibili anche una prova scritta ed una orale, sugli argomenti del bando.

Articolazione del corso

Per quanti supereranno le prove per accedere al corso universitario, il corso ha durata annuale e rilascia il diploma di specializzazione per le attività di sostegno.

Si tratta di un corso della durata minima di almeno 8 mesi che prevede l’acquisizione di 60 CFU.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione