TFA sostegno 8° ciclo, chi ha l’esonero dalle selezioni potrà presentare domanda in più Università?

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno 8° ciclo: c’è molta attesa per il bando, i sindacalisti rassicurano sulla pubblicazione entro fine maggio ma al momento non si ha alcuna notizia in merito. C’è chi sa già di dover sostenere le prove di selezione per cui cura già da tempo la preparazione, ma c’è anche chi potrebbe esonerato dalle prove o perlomeno dal test di selezione. Il DL 44/2023 ha infatti aperto l’accesso al corso ai docenti con servizio di sostegno negli ultimi cinque anni, ma ci sono ancora aspetti da chiarire.

Dopo la modifica del DL 44/2023 il testo della legge 79/2022 diventa

2. Fino al termine del periodo transitorio di cui al comma 1, ai percorsi di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità accedono, nei limiti della riserva di posti stabilita con decreto del Ministero dell’Università e della ricerca, di concerto con il Ministero dell’istruzione, coloro, ivi compresi i docenti assunti a tempo indeterminato nei ruoli dello Stato, che abbiano prestato almeno tre anni di servizio negli ultimi cinque su posto di sostegno nelle scuole del sistema nazionale di istruzione, ivi compresi le scuole paritarie e i percorsi di istruzione e formazione professionale delle regioni, e che siano in possesso del titolo di studio valido per l’insegnamento.

Quindi ci saranno dei docenti che saranno esonerati dallo svolgimento delle prove in virtù del servizio svolto.

Purtroppo al momento non è possibile definire con esattezza chi e quanti, perché la legge non fa riferimento alla necessità che il servizio svolto sia esclusivamente specifico per il grado di scuola richiesto (e questo complica le cose), mentre spetta al Ministero stabilire la quota di posti riservati.

Il docente che non dovesse poter usufruire di questa agevolazione potrà avere una seconda possibilità con l’esonero dal test preselettivo e l’accesso diretto alla prova scritta. In base all’articolo 2, comma 8, del DL n. 22/2020, convertito in legge n. 41/2020  gli aspiranti che, nei dieci anni precedenti, abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, sullo specifico posto di sostegno del grado di istruzione cui si riferisce la procedura accedono alla prova scritta delle selezioni.

Ci sono poi altre situazioni per le quali è previsto l’esonero dal test di preselezione (candidato con disabilità, impossibilità a concludere il percorso per Covid), ma il quesito che ci viene posto è se le situazioni che comportano un esonero totale o semisonero parziale possa autorizzare alla preiscrizione in più Università.

Chi deve sostenere le selezioni in linea teorica può iscriversi in più Università, pagando la rispettiva tassa di iscrizione alla prova di selezione.

Poiché però il test preselettivo si svolge in data unica a livello nazionale, il giorno della prova non si potrà essere presenti contemporaneamente in due posti quindi ad un certo punto una scelta dovrà essere compiuta.

Quanto alla possibilità di iscrizione in più Università per chi invece non deve svolgere il test di selezione, finora non è stato possibile e riteniamo che analoga sarà la decisione per l’esonero totale.

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri