TFA sostegno 2020, si va verso la deroga ai 24 CFU per gli ITP

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ricordiamo che lo scorso anno, in occasione del TFA sostegno IV ciclo, gli ITP (Insegnanti Tecnico Pratici) che accedono alle classi di concorso della tabella B del DPR 19/2016 e alla classe A066  hanno potuto  partecipare alle selezione con solo diploma, prendendo a riferimento l’art. 22 del Decreto Legislativo n. 59/2017, che così afferma

“I requisiti di cui all’articolo 5, comma 2, sono richiesti per la partecipazione ai concorsi banditi successivamente all’anno scolastico 2024/2025. Sino ad allora, per i posti di insegnante tecnico pratico, rimangono fermi i requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di classi di concorso. ”

Quest’anno, in preparazione al V ciclo TFA sostegno, il Miur ha emanato il 28 novembre 2019 una nota “controversa”, in cui afferma di chiarire i requisiti di accesso al TFA sostegno, limitandoli all’art. 5 commi 1 e 2 del Decreto L.vo 59/2017, senza menzionare l’art. 22, che deroga per gli ITP dal possesso dei 24 CFU fino al 2024/25.

In questo  caso quindi il requisito diventerebbe art. 5 comma 2 del Decreto L.vo 59/2017, cioè Laurea breve + 24 CFU, nè vi è nulla nella normativa che autorizzi a pensare che si tratti di diploma + 24 CFU. 

I sindacati hanno già chiesto chiarimenti al Miur in merito. Non si comprende infatti come – a normativa invariata – non si possa non prendere in considerazione la deroga già prevista dal Decreto, e quindi far partecipare gli ITP solo con il diploma.

Notizie ufficiose: ancora deroga ai 24 CFU per gli ITP

Da notizie ufficiose sembra che il Ministero chiarirà i requisiti ufficiali nel decreto di ormai prossima pubblicazione e che questo contempli la deroga ai 24 CFU per gli ITP.

Naturalmente si tratta di una notizia che potrà essere confermata o smentita solo con il decreto.

Versione stampabile