TFA secondo ciclo: non ci sono programmi di Musica

Di
WhatsApp
Telegram

inviato da Gruppo Facebook Tfa a031/a032 – Noi iscritti alla classe A031-A032 del II ciclo del TFA ci ritroviamo nella poco invidiabile posizione (assieme a poche altre classi) di non avere un programma disciplinato dal decreto ministeriale 21 settembre 2012, n. 80.

inviato da Gruppo Facebook Tfa a031/a032 – Noi iscritti alla classe A031-A032 del II ciclo del TFA ci ritroviamo nella poco invidiabile posizione (assieme a poche altre classi) di non avere un programma disciplinato dal decreto ministeriale 21 settembre 2012, n. 80.

Conseguentemente (e come illustrato nel bando TFA del 16/05/2014), i programmi di riferimento sono quelli del Decreto Ministeriale 11 agosto 1998, n. 357. Purtroppo, tale decreto non solo è datato, ma nemmeno può essere preso a riferimento per un test d’ingresso ad un corso di abilitazione -quale è il TFA- perché nel 1998 i TFA erano ben lontani dall’orizzonte (così come lo erano – per quel che conta – i PAS).

Inoltre, basta poco per accorgersi dell’inadeguatezza del D.M. 357 a determinare un programma per l’esame di accesso ad un corso di abilitazione: basta leggere i programmi contenuti in esso. Solo due esempi: per la nostra classe si parla di un esame scritto di 12 ore, e persino di una prova pratica. Risulta, insomma, abbastanza chiaro che l’intento dell’allora Ministro Berlinguer era di determinare un programma adatto non ad un corso, ma – con ogni probabilità – ad un concorso a cattedra.

Di qui la situazione paradossale in cui si ritrova la nostra classe: non solo (assieme ai partecipanti al TFA di altre classi) non abbiamo una data per le prossime prove di accesso, ma nemmeno abbiamo un programma di riferimento certo su cui studiare.

Naturalmente, nelle settimane precedenti al bando, molti tra di noi speravano che il Ministero ponesse fine al vulnus tecnico ed amministrativo di un programma non adeguato per la nostra classe. In seguito, nei giorni e nelle settimane che sono trascorse dopo l’uscita di questo, ci siamo confrontati (privatamente o attraverso i social network) e, di fronte alla sordità verso i nostri timori e le nostre preoccupazioni, abbiamo iniziato a chiederci se il Ministero se si fosse reso conto della particolarità della nostra sezione.

Ad aumentare la nostra preoccupazione è stata anche la precisazione (presente nel suddetto bando) per cui i “contenuti e il calendario delle prove scritte sono predisposti autonomamente dall’Ateneo”. Perché? Perché anche in questo caso chi di competenza al MIUR sembra essersi dimenticato della peculiarità della nostra posizione: abbiamo infatti avuto conferma in queste settimane che non saranno solo gli atenei, ma anche i conservatori ad attivare corsi ed esami per il TFA A031-032.

Inutile negare che, a questo punto (e così tardi nel calendario TFA: ad un mese dalla possibile prova scritta) il nostro maggiore timore sia il concretarsi di una beffa oltre al danno di molti. Ovvero, che proprio in ragione del vuoto tecnico di cui abbiamo detto, atenei e conservatori andranno a presentare programmi marcatamente dissimili (perché i programmi dei corsi di conservatori ed atenei non sono affatto sovrapponibili, dovendo -in linea generale- i primi formare dei musicisti ed i secondi dei musicologi).

Dovessimo riscontrare – nei prossimi giorni e settimane – che così fosse, non ci sembrerebbe a quel punto esagerato parlare di discriminazione.

Per questo chiediamo che siano colmati i limiti -ed i vuoti – di cui abbiamo detto fin qui, onde evitare che un iscritto del TFA in Campania venga sottoposto a verifiche su programmi per nulla coincidenti con quelli di un iscritto in Lombardia (e viceversa). Non c’è bisogno dire che nessuno di noi vorrebbe dover assistere (nel caso di iscritti esclusi dal TFA) al solito balletto – tipicamente italiano – di ricorsi successivi ad esami e corsi di Stato: anche per questo speriamo che Ministero, Uffici Scolastici Regionali, atenei e conservatori si muovano (in questi pochi giorni che ci separano dall’inizio delle prove) per scongiurare una tale eventualità.

L’Amministratrice del Gruppo Facebook Tfa a031/a032

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur