TFA secondo ciclo. E Campus potrebbe chiedere risarcimento

Stampa

E' quanto emerge da una intervista del dott. Lovito a Ilfattoquotidiano, sulla vicenda che ha visto l'Università E Campus estromessa dall'organizzazione del secondo ciclo TFA, al pari degli altri atenei lombardi.

E' quanto emerge da una intervista del dott. Lovito a Ilfattoquotidiano, sulla vicenda che ha visto l'Università E Campus estromessa dall'organizzazione del secondo ciclo TFA, al pari degli altri atenei lombardi.

Il primo round di una vicenda che è approdata nelle aule dei tribunali è a favore dell'Università telematica, che ha avuto dal giudice la possibilità di poter accogliere studenti in sovrannumero ( TFA secondo ciclo: ritorna ECampus ) Una possibilità però che difficilmente si concretizzerà, dal momento che nel frattempo il Ministero ha fatto scegliere altri Atenei per l'eventuale seconda e terza scelta in cui dirottare i candidati idonei alla selezione ma non rientranti nel numero dei posti del primo Ateneo. (un sistema complesso e farraginoso che sta creando non pochi problemi, tanto che il Miur ha dovuto dare il via alle lezioni, prevedendo nel caso il recupero delel lezioni per i ripescati).

Nel frattempo però la partita giocata da E Campus non si chiude certo qui. In una intervista a Il Fatto Quotidiano il direttore Lovito comunica che "gli iscritti all'ateneo erano circa mille, di cui oltre 850 già confermati. Considerando il costo di 2.500 euro a frequentante, il totale tocca quota 2,5 milioni di euro."

Ma a ciò si aggiunge il danno di immagine. Da tutta la situazione è scaturita l'immagine di E Campus come di un ateneo di serie B invece, sottolinea Lovito " nostro ateneo telematico è riconosciuto dal Ministero e non ha nulla meno degli altri".

La decisione di merito è attesa per il 15 aprile 2015, ma E Campus potrebbe decidere di proseguire per richiedere il risarcimento.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!