TFA ordinario e Graduatorie di istituto. I sindacati contestano punteggi: si alimentano tensioni tra i precari

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Due bandi per il TFA e ancora nessun corso per il personale in esubero. Differenziazione punteggi abilitazioni. I sindacati contestano i provvedimenti Giannini

red – Due bandi per il TFA e ancora nessun corso per il personale in esubero. Differenziazione punteggi abilitazioni. I sindacati contestano i provvedimenti Giannini

TFA

UIL: Dopo ben due  bandi, non sono  ancora stati attivati i corsi rivolti al personale in esubero. Grave risulta la volontà di escludere dalle abilitazioni tutti gli ITP e gli insegnanti di strumento musicale, a fronte di una disponibilità di posti.

Gilda degli insegnanti: attribuzione di posti a classi di concorso in esubero (vedi A019, etc), per accontentare e dare risorse alle università.

Snals: La delegazione SNALS-CONFSAL ha ribadito

Ø  necessità di riconoscimento del valore abilitante per i “vecchi diplomi” per gli ITP e attivazione del TFA ordinario anche per gli insegnamenti tecnico pratici di tabella C. Non è infatti accettabile questa continua discriminazione nei confronti di questa categoria di docenti che crea, tra l’altro, situazioni evidenti di disparità di trattamento sul piano del conseguimento dei titoli di abilitazione e di specializzazione per il sostegno. Per quest’ultima fattispecie, dato che per la scuola secondaria di II grado confluiscono in un unico elenco le diverse classi di concorso di TAB. A e TAB. C, si creano vere e proprie disparità di possibilità di accesso al lavoro;

Ø  analoga necessità di attivazione dei corsi TFA per l’insegnamento di strumento musicale al fine di evitare anche in questo caso situazioni evidenti di disparità di trattamento sul piano del conseguimento dei titoli di abilitazione e di specializzazione per il sostegno. Per quest’ultima fattispecie, dato che per la scuola secondaria di I grado confluiscono in un unico elenco le diverse classi di concorso, si creerebbero vere e proprie disparità di possibilità di accesso al lavoro;

Graduatorie di istituto

UIL: Facendo marcia indietro rispetto alle interlocuzioni precedenti l’amministrazione ha comunicato la volontà di non inserire con riserva, in seconda fascia di istituto, quella degli abilitati, il personale che sta frequentando o ha diritto a frequentare  i PAS, ma di prevedere l’inserimento – man mano che si acquisisce l’abilitazione –  senza attendere il bando triennale. La UIL scuola ribadisce la propria contrarietà ad una differenziazione di punteggio per le abilitazioni conseguite con procedure diverse.

Gilda degli Insegnanti: Le tabelle di valutazione delle G.I. rappresentano un vero scandalo nell´attribuzione di punteggi eccessivi ai TFA ed invece quasi niente ai PAS che non saranno neanche inseriti con riserva nella seconda fascia, come era stato già concordato ed assicurato.

FLC CGIL "Nell’applicare quanto previsto dal regolamento (DM 249/10 come modificato dal DM 81/13) si è dato maggiore peso al numero di posti in organico (che non è detto siano vacanti) anziché al numero di supplenze conferite, determinando quindi forti sperequazioni: ci saranno classi di concorso con pochi posti vuoti e molti corsi attivati e classi di concorso con molti posti vuoti e pochi corsi attivati. In questo modo si rischia di lasciare sguarniti alcuni insegnamenti e creare false aspettative per altri."

Snals: La delegazione SNALS-CONFSAL, nel riservarsi puntuali osservazioni scritte, ha:

  • contestato l’illegittimità di una modifica delle tabelle, in quanto il regolamento delle supplenze (DM 13 giugno 2007, n. 131) prevede all’art. 5, c. 3, che “gli aspiranti abilitati inclusi nella II fascia, sono graduati secondo la tabella di valutazione dei titoli, utilizzata per le graduatorie ad esaurimento di III fascia”;
  • sottolineato che per rendere operativa una nuova tabella occorre, non solo predisporre un nuovo DM modificativo di tale specifica prescrizione del DM n. 131, ma anche attendere i tempi tecnici di valutazione del nuovo DM da parte degli organi competenti

Cisl " Davvero fuori luogo, dunque, l’ottimismo con cui si sostiene che le graduatorie d’istituto saranno pronte entro l’inizio delle lezioni"

I sindacati assicurano che i decreti saranno focolaio di contenziosi e chiedono che la procedura per la presentazione della domande sia rinviata a dopo la chiusura dell’aggiornamento per le graduatorie ad esaurimento, prevista per il 17 maggio.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur