TFA. Nasce intergruppo parlamentare che si occuperà dei Tircini Formativi Attivi

WhatsApp
Telegram

Agata Scarafilo- Giornalista e DSGA – Si costituirà a breve un “intergruppo parlamentare”  che si occuperà delle problematiche dei docenti tieffini fortemente penalizzati con l’approvazione della nuova legge su “la Buona Scuola”.

Agata Scarafilo- Giornalista e DSGA – Si costituirà a breve un “intergruppo parlamentare”  che si occuperà delle problematiche dei docenti tieffini fortemente penalizzati con l’approvazione della nuova legge su “la Buona Scuola”.

Un impegno pubblico preso, anche, dal senatore Mario Mauro e dall’onorevole Nicola Ciracì nell’ambito del convegno nazionale tenutosi, mercoledì 22, a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio.

L’on. Ciracì e l’on. Mauro erano precipuamente coinvolti, nell’ambito del Convegno, nella formulazione di Proposte d’azione. Con il tema “Oltre al precariato” si è discusso, alla presenza di esperti e di molti politici sia della Camera che del Senato, delle criticità che afferiscono una categoria docenti che si è abilitata attraverso i TFA (Tirocini Formativi Attivi), ma anche attraverso i PAS (Percorsi Abilitanti Speciali). Docenti che, in buona sostanza, sono stati esclusi dalla riforma e svalutati di un titolo che, al contrario, ha portato loro a superare pesanti selezioni.

Infatti, se da un punto di vista ideale è sicuramente apprezzabile, l’impronta meritocratica di una legge tesa a realizzare “La Buona Scuola”, meno condivisibile è, invece, il differente trattamento che di fatto la stessa legge ha riservato ai docenti precari con il distinguo tra tieffini e docenti GaE e idonei al concorso del 2012. Docenti, quest’ultimi che potranno infatti sperare in un contratto a Tempo Indeterminato (fatidico ruolo).

 

Inoltre, a tutto ciò deve aggiungersi il dato che scaturisce dalla mobilità territoriale su base nazionale degli abilitati in GaE e dalla creazione di un organico funzionale che si tramutano in veri e propri mezzi strategici per tagliare anche le supplenze. Insomma, provvedimenti che rischiano di azzerare ulteriormente le possibilità lavorative dei tieffini.

 

“Dunque, un enorme ingiustizia -sottolinea l’on. Nicola Ciracì-  che  necessariamente deve trovare una soluzione per via parlamentare”. 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur