TFA III ciclo: petizione per abolire numero chiuso. Lettera

Biancamaria Laneve – Sono passate solo 14 ore da quando ho creato la petizione "TFA III CiCLO: NO AL NUMERO CHIUSO" e siamo riusciti a raccogliere quasi 1000 firme. 

Biancamaria Laneve – Sono passate solo 14 ore da quando ho creato la petizione "TFA III CiCLO: NO AL NUMERO CHIUSO" e siamo riusciti a raccogliere quasi 1000 firme. 

La petizione chiede: 

– ABOLIZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI A NUMERO CHIUSO (QUINDI TFA III CICLO A NUMERO APERTO) in virtù del fatto che l'abilitazione è OBBLIGATORIA ai fini del concorso ma soprattutto per i futuri inserimenti in graduatoria. 

– RIDUZIONE DEI COSTI DEL PERCORSO ABILITANTE (QUINDI DEL TFA III CICLO) a un massimo di 1200 euro. Affinché si garantisca a tutti, anche a chi vive in difficoltà economiche, il diritto di specializzarsi – quindi di poter partecipare ai futuri concorsi e/o semplicemente di entrare in graduatoria d'istituto. 

Insomma, sulla base di quanto è successo agli già abilitati TFA, i quali giustamente rivendicano il diritto di essere inseriti in GAE giacché il TFA è stato un vero e proprio concorso, io e tutti i Docenti III fascia nonché neolaureati non inseriti in graduatoria, crediamo fortemente che l'abilitazione sia una formazione molto importante ma che ci spetti di diritto vista l'obbligatorietà della stessa ai fini dei concorsi a cattedra e ai nuovi inserimenti in GI. Anche perché, sarà il concorso poi a dover selezionare i docenti. 

A tal proposito è presente un gruppo facebook "TFA III CICLO: NO AL NUMERO CHIUSO!" ove è presente il link per poter accedere alla petizione su change.org . 

Crediamo che la petizione sia solo l'inizio e, nell'idea forte di giustizia e di diritto allo studio e al lavoro, andremo avanti con questa battaglia.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia