TFA 2014, e chi non riesce ad abilitarsi? PD: prima del 3+2, possibili altre abilitazioni, ma con selezione. Addio PAS?

Di
WhatsApp
Telegram

red – A colloquio con l’On. Malpezzi (PD) che ha partecipato a Terrasini al "Cantiere scuola" del Partito Democratico. Il tema è quello del nuovo modello di formazione iniziale degli insegnanti, il cosiddetto 3+ 2 con ultimo anno dedicato al tirocinio nelle scuole.

red – A colloquio con l’On. Malpezzi (PD) che ha partecipato a Terrasini al "Cantiere scuola" del Partito Democratico. Il tema è quello del nuovo modello di formazione iniziale degli insegnanti, il cosiddetto 3+ 2 con ultimo anno dedicato al tirocinio nelle scuole.

Della proposta del PD abbiamo parlato nell’articolo Reclutamento docenti il PD vuole 3+2. Tirocinio affidato ai docenti senior e concorso biennale

Il futuro percorso per l’abilitazione all’insegnamento sarà così articolato: 3 anni di la laurea + 2 di specializzazione compreso l’ultimo di tirocinio. La formazione durante l’anno di tirocinio sarà affidata a "docenti senior". Conseguito l’anno di tirocinio, l’aspirante docente dovrà affrontare un esame abilitante, quindi prepararsi per il concorso. Quest’ultimo, secondo gli obiettivi del PD, dovrà avere cadenza biennale e non dovranno più esserci "idonei".

Seguici anche su FaceBook. Lo fanno già in 112mila

Sulla bontà della proposta potrebbe esserci molto da discutere. Ad esempio: è giusto indirizzare le proprie scelte di studio in maniera professionalizzate solo per l’insegnamento – e se dovesse andar male, a quali fini potrà essere spesa una laurea con biennio didattico per l’insegnamento? Ottenere l’abilitazione dopo 5 anni di studio, quindi essere considerati idonei all’insegnamento, ed affidare alla roulette di un concorso il proprio futuro lavorativo, potrebbe significare bruciare anni di sacrifici e non riuscire mai ad ottenere l’agognato ruolo. Ma questo è un punto che dovrà essere dibattutto alla vigilia del varo del nuovo sistema di formazione e reclutamento.




Qui ci preme piuttosto parlare del presente, degli aspiranti al TFA (147.000 candidati per circa 22.478 posti). Il passo successivo all’abilitazione dovrà essere il concorso, con numero di posti certo e definito per il biennio di vigenza delle graduatorie (questo comporterà di conseguenza una modifica del Testo Unico).

Ma chi non riuscirà a conseguire l’abilitazione? E’ questo il nodo ancora irrisolto, cosa accadrà nel periodo di transizione tra il vecchio modello (laurea vecchio ordinamento/magistrale + TFA) e il nuovo modello 3 + 2?

L’On.Malpezzi risponde al nostro quesito dicendo che si potrà senz’altro pensare ad una fase transitoria di abilitazione, purchè essa sia basata sulla selezione (quindi sostanzialmente confermare l’attuale modello fino all’ingresso dei nuovi laureati – abilitati). Le affermazioni dell’On Malpezzi, membro della VII Commissione cultura, non lasciano interpretazioni, il PD non è favorevole all’avvio di nuovi PAS.

La selezione è il punto sul quale l’On. Malpezzi ha maggiormente insistito "non aver paura della selezione, accettare l’idea che ci sono docenti più bravi rispetto ad altri"

Affinchè l’equazione quadri, è però necessario assicurare la qualità della selezione. A questa domanda aveva già risposto ad un nostro quesito il sottosegretario Reggi II ciclo TFA, intervista al Sottosegretario Reggi. Test d’ingresso, "Eviteremo errori del I ciclo". Si lavora ad eliminazione doppio canale TFA e PAS

DOMANDA: Cosa devono aspettarsi i partecipanti alla preselezione e alla selezione del II ciclo TFA? Nuove forche caudine oppure c’è stata una riflessione sull’impostazione dei test preselettivi, che ricordiamo furono al centro di infuocate polemiche nell’estate 2012 (intere pagine di quotidiani dedicate alle domande mal formulate, alle risposte sbagliate, al peso eccessivo dato al nozionismo…)?

RISPOSTA DEL SOTTOSEGRETARIO REGGI: L’esperienza fatta con il primo ciclo ha fatto optare per un sistema di predisposizione dei test decisamente più attento, con una verifica delle domande. L’errore materiale non può mai essere escluso, nemmeno in processi meno complessi di questo. Tuttavia da parte nostra si sta facendo ogni sforzo affinché la predisposizione delle domande sia accurata e sottoposta a un attento controllo preventivo.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito