Testamento (M5S): per la scuola netto cambiamento rispetto al passato

Stampa

Comunicato M5S – “Rinnovo contrattuale e adeguamento salariale, no alla regionalizzazione e abbattimento del precariato, siamo sulla strada giusta.

Anche sul fronte della scuola, questo Governo segna un netto cambiamento rispetto al passato: il positivo incontro che si è tenuto questa notte, dopo il Consiglio del Ministri e fino alle 6 del mattino, tra il premier Conte, il ministro Bussetti, il sottosegretario Giuliano e i sindacati della scuola, dimostra ancora una volta che l’istruzione rappresenta un asset strategico e una priorità per questo governo”. È il commento della portavoce del Movimento Cinque Stelle in commissione Cultura alla Camera dei deputati Rosalba Testamento.

“Sono felice dei passi in avanti che sono stati compiuti durante l’incontro. Il Governo si è impegnato a garantire maggiori risorse per il rinnovo contrattuale del personale scolastico e per l’adeguamento salariale dello stesso alla media europea – precisa Testamento –. Due aspetti fondamentali per chi lavora nella scuola, tali da permettere a tutti di svolgere il proprio mestiere con la giusta serietà e con il dovuto riconoscimento. Inoltre è stato sventato il pericolo di una “regionalizzazione selvaggia”: l’impegno è infatti quello di garantire un sistema nazionale di istruzione unitario, un contratto di lavoro collettivo per tutto il personale e un identico sistema di reclutamento, da Nord a Sud”. In particolare – prosegue la deputata – nella scuola non possiamo permettere che si creino discriminazioni né sugli studenti,  né sui docenti, né su tutti gli altri lavoratori”.

“Sono state esaminate possibili soluzioni per il problema del precariato, tutelando, attraverso la previsione di percorsi dedicati per l’immissione in ruolo, coloro che insegnano da più di 36 mesi. In diverse riunioni di Commissione tenutasi al Miur, avevamo affrontato più volte il problema del precariato, che nella scuola si è protratto per anni, aggravandosi sempre più” aggiunge.

“L’esito dell’incontro con i sindacati fa seguito all’impegno portato avanti in commissione cultura alla Camera dei Deputati, dove abbiamo espresso parere positivo al Documento di Economia e Finanza con la condizione di inserire un incremento salariale per il personale scolastico e i livelli essenziali minimi di prestazione. Finalmente ci avviamo a riconoscere adeguatamente il valore del lavoro che svolgono nel nostro Paese i docenti e tutto il personale della scuola. Parallelamente fissiamo gli standard minimi del servizio che dovranno accomunare le scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio nazionale. Lo abbiamo detto e lo stiamo facendo: con il MoVimento 5 stelle al governo la scuola torna a conquistare l’attenzione che merita” conclude la portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Precari con 36 mesi di servizio: PAS selettivi e fino al 50% posti concorso [ANTEPRIMA]

Aumenti stipendio insegnanti: sindacati e Bussetti firmano intesa

Bussetti: per docenti con 36 mesi di servizio percorsi speciali per il ruolo. Firmato accordo

Regionalizzazione: ecco cosa hanno concordato Bussetti e i sindacati

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia