Test sierologici, Turi: “Bassa adesione non mi risulta, piuttosto diano la possibilità di effettuarli a scuola”

Pochi test sierologici sugli anticorpi del coronavirus effettuati agli operatori della scuola a pochi giorni dal rientro in classe? “A me non risulta che ci siano docenti che si rifiutano, è interesse loro avere una certificazione. Piuttosto, diamo la possibilità alle scuole di organizzarsi in modalità meno confuse e  pasticciate. I test siano effettuati dalle Asl a scuola. E ci sia una regia”.

Così Pino Turi, segretario generale di Uil Scuola, che all’Adnkronos aggiunge: “Sempre negli edifici scolastici  ci sarebbe anche da fare il vaccino anti-influenzale su base gratuita e facoltativa ai docenti”.

“Siamo bravi a scrivere le norme ma la realtà è totalmente diversa dalla immaginazione. Quando è stato chiesto ai docenti di sottoporsi ai test – ricorda il sindacalista – le scuole erano chiuse. Ed a me risulta che parecchi professori rivoltisi ai medici di famiglia sono stati dirottati sulle Asl. Manca la regia nazionale – conclude – tra  competenze che sono regionali. Comunque l’appello è a farlo tutti. Ma  valuteremo la risposta del personale scolastico sui fatti, quando le scuole riprenderanno a pieno ritmo”.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!