Test di selezione per accesso a medicina. Il ministro Giannini incontra i rettori

WhatsApp
Telegram

GB – Incontro tra la Giannini e i rettori ieri per discutere del test di accesso alle facoltà di medicina.

Ricordiamo che la Giannini aveva parlato di eliminarlo per fare posto al modello francese, che prevede iscrizioni aperte a tutti con sbarramento alla fine del primo anno.

La riunione di ieri è stata politica, non tecnica, per cui le anticipazioni fatte dal ministro Giannini ai rettori non si sono formalizzate in una proposta operativa che è ancora tutta da definire.

GB – Incontro tra la Giannini e i rettori ieri per discutere del test di accesso alle facoltà di medicina.

Ricordiamo che la Giannini aveva parlato di eliminarlo per fare posto al modello francese, che prevede iscrizioni aperte a tutti con sbarramento alla fine del primo anno.

La riunione di ieri è stata politica, non tecnica, per cui le anticipazioni fatte dal ministro Giannini ai rettori non si sono formalizzate in una proposta operativa che è ancora tutta da definire.

I tecnici del ministero stanno lavorano all’ipotesi di un primo anno comune che raggruppi medicina, farmacia e biotecnologie, in modo da assorbire un numero di iscritti  superiore a quelli di Medicina.

Durante questo primo anno, che potrebbe però durare anche 6 mesi, agli studenti verrebbero impartiti gli insegnamenti di base comuni a questi indirizzi  in modo che poi al second’anno i ragazzi possano essere smistati nei diversi corsi di laurea.

I rettori hanno anche proposto che siano le scuole a orientare e selezionare i ragazzi che vogliono fare medicina già dal quarto anno delle superiori in modo da fare una specie di prima selezione, ma l ministro non sembra essere d’accordo su questa linea: niente test di selezione, è il punto di vista del ministro.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur