Test salivari, il Cts ‘approva’: “Semplici e ripetibili, così riducono il rischio di chiudere le classi”. Le parole di Ciciliano

Stampa

I test salivari ”avranno sicuramente un ruolo molto importante grazie alla semplicità di esecuzione e ripetibilità. Il valido progetto elaborato dall’Istituto superiore di sanità prevede istituti sentinella di scuole primarie e secondarie di primo grado. Sarà così possibile, insieme ad analisi dei tamponi salivari sui ragazzi, eseguite a cadenze regolari, intercettare precocemente eventuali incrementi dei positivi o l’insorgenza di focolai per consentire alla autorità sanitarie di ridurre al minimo la chiusura di classi ed istituti”.

Lo spiega in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ Fabio Ciciliano, componente del Comitato tecnico scientifico, medico della polizia ed esperto di emergenze, sottolineando che ”se il sistema viene applicato correttamente, può contribuire a intercettare i casi e dare il massimo spazio alla frequenza in presenza rendendo marginale la didattica a distanza”.

”È un aspetto cruciale, è necessario seguire protocolli condivisi per evitare che si ripetano differenze di gestione dei focolai – dice – Ad esempio Campania e Puglia hanno mantenuto chiusi gli istituti per lunghissimi periodi. Altrove invece gli studenti hanno perso meno giorni di lezione”.

Sul green pass per camerieri e ristoratori Ciciliano aggiunge: ”Tecnicamente sarebbe giusto uniformare le regole. Ma è una scelta politica perché coinvolge il mondo del lavoro. Il cliente va a mangiare per diletto, chi lo serve lo fa per obbligo professionale”.

Quanto agli oltre 4 milioni di over 50 non vaccinati Ciciliano aggiunge: ”Non si osserva un impulso di vaccinazioni in questa fascia d’età. Appare difficile poter recuperare persone che finora si sono tenute lontane. C’è il rischio di un preoccupante impatto sulla sanità’‘.

”Per proteggere la collettività potrebbe essere necessaria l’introduzione di un obbligo vaccinale universale o per fasce di età o per tipologie lavorative – prosegue – Con l’autorizzazione definitiva del vaccino PfizerBiontech da parte della Fda americana la scorsa settimana si sono disciolte come neve al sole anche le ultime argomentazioni di chi era convinto che i vaccini autorizzati in emergenza non sono sicuri”.

Tamponi salivari, è scontro tra scienza e politica. In Italia screening fermo al palo, in Francia 600mila test a settimana per le scuole

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione