Test salivari a scuola, Sasso: “Bene apertura dell’Iss, ma occorre utilizzare i tamponi su larga scala”

Stampa

“Accogliamo con grande soddisfazione l’apertura fatta dall’Istituto superiore di sanità nei confronti dell’utilizzo dei tamponi salivari per monitorare il rischio contagio nelle scuole italiane. Avevamo lavorato per la loro validazione, arrivata faticosamente solo a maggio, e in seguito abbiamo chiesto a gran voce il loro utilizzo come prezioso strumento di supporto alla campagna vaccinale della comunità scolastica”.

Così Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

“Sapere di aver guardato nella giusta direzione – aggiunge – ci conforta, ma rimaniamo vigili perché ci aspettiamo che i tamponi vengano utilizzati su larga scala e non solo nei cosiddetti istituti sentinella”.

Test salivari per il ritorno in classe, famiglie protagoniste: la raccolta della saliva a casa. Gli ultimi aggiornamenti

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione