Test di preselezione, ci voleva il fisico. Tonfano gli aspiranti della A036. In quali regioni più possibilità di vincere?

di redazione
ipsef

red – Se i test di preselezione fossero più adatti ad aspiranti in materie scientifiche se ne è discusso per lungo tempo prima del testo, i numeri smentiscono. Il Sole24Ore pubblica le classi di concorso, divise per regione, in cui sarà più semplice vincere il concorso.

red – Se i test di preselezione fossero più adatti ad aspiranti in materie scientifiche se ne è discusso per lungo tempo prima del testo, i numeri smentiscono. Il Sole24Ore pubblica le classi di concorso, divise per regione, in cui sarà più semplice vincere il concorso.

Adesso a parlare sono i numeri, anticipati dal quotidiano "La Repubblica". La prova preselettiva è stato un disastro per i laureati in scienze dell’educazione, in giurisprudenza e in architettura. Un successone per fisici, matematici e ingegneri.

Così, alle superiori: fisici, matematici e ingeneri (che aspirano ad insegnare fisica) passano con un rapporto di 3 su 4

Di poco si distaccano matematici e ingegneri che aspirano ad insegnare eletronica, matematica e fisica nei licei.

Tonfo per i pedagogisti della A036, classe che non supera il 33% di ammessi.

Fanno meglio di loro gli aspiranti per quelle classi di concorso per cui non era necessaria una laurea come Laboratorio di topografia (un ammesso su 4) e scienze motorie, nonchè le maestre dell’infanzia per le quali era valido il diploma di istituto magistrale. Per questi la percentuale di ammissione è stata del 36%.

Roba da menti matematiche direbbe qualcuno. Eppure questo mito viene sfatato dall’ottimo risultato conseguito dagli aspiranti insegnanti di latino e greco che raggiungono una percentuale del 66%

Adesso la parola passa allo scritto, le cui prove si svolgeranno a partire dall’11 febbraio. E il Sole24Ore stila la classifica delle classi di concorso in base alla percentuale di possibilità che avranno i candidati.

Così si scopre che la Calabria è la regione in cui i candidati avranno più possibilità di avere un acattedra.

Se si guarda alle classi di concorso a livello nazionale, saranno infanzia, primaria, italiano storia e geografia, le classi di concorso con le percentuali maggiori: rispettivamente 6,5%, 13% e 18,5% A045, 9,8% A050

Tutti i dati in questa pagina

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione