Test di ammissione alla scuola d’infanzia. La proposta di Westminster

Stampa

Per essere ammessi alla scuola dell’infanzia potrebbero essere necessario sottoporre i bambini di quattro anni a test di ammissione.

E’ quanto propone il Governo nel Regno Unito. L’iniziativa ha scatenato le ire dei genitori che nei giorni scorsi sono andati a Dowing Street per consegnare una petizione di protesta direttamente alla premier Theresa May.

Come riferisce il quotidiano Repubblica, i test di ammissione sono previsti nelle scuole inglesi dell’infanzia ed elementari, ma si tratta del sistema privato con rette che variano fra le 15 e le 17 mila sterline annue.

Questa volta, invece, il test di ingresso al reception year (equivalente all’asilo in Italia) dovrebbe riguardare il sistema scolastico statale.

Il quotidiano inglese The Guardian ha riportato le dichiarazioni dell’insegnante Holly Rigby che è anche membro del partito laburista e attivista della National Education Union, il sindacato della scuola.

Il suo commento non lascia spazio all’interpretazione: “Esporre un bambino di meno di 5 anni a un test scolastico – ha detto – è insensato, stressante e fuorviante. A questa età bisogna incoraggiare la fantasia, la curiosità e lo spirito di collaborazione. Il 73 per cento dei maestri elementari sono contrari agli esami proposti dal governo“.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole