Terza prova Esami di Stato. Non chiamatela quizzone

di Lalla
ipsef

red – Un vezzo dei giornalisti quella di definire "quizzone" la terza prova degli Esami di Stato che, seppure può essere strutturata con quesiti a risposta multipla, molto più spesso richiede trattazione sintetica. Non un gioco a premi, ma una vera e propria prova d’esame, in cui gli alunni dimostrano diverse competenze.

red – Un vezzo dei giornalisti quella di definire "quizzone" la terza prova degli Esami di Stato che, seppure può essere strutturata con quesiti a risposta multipla, molto più spesso richiede trattazione sintetica. Non un gioco a premi, ma una vera e propria prova d’esame, in cui gli alunni dimostrano diverse competenze.

Un intervento nel nostro forum

"Oggi si è svolta la terza prova multidisciplinare degli Esami di Stato. Come ogni anno, giornali e tv ci bombardano parlandoci del cosiddetto "quizzone".
Trovo assolutamente fuori luogo, oltre che completamente sbagliata tale definizione. Intanto mi da un’idea degradante, come se si trattasse di un gioco e non di una prova d’esame, inoltre non corrisponde alla tipologia di prova.

Se è vero che la terza prova può essere strutturata con quesiti a risposta multipla, per quanto mi riguarda ho sempre visto domande a risposta aperta che prevedevano almeno una trattazione sintetica degli argomenti.

Il termine "quizzone" rimanda invece a qualcosa che ricorda un gioco, dove conta sì la preparazione ma anche un po’ di fortuna nell’indovinare la risposta esatta e mettere la crocetta giusta.

Cosa che non corrisponde assolutamente a questa tipologia di prova. Gli stessi studenti credo non sarebbero d’accordo.

Forse è solo una mia fissazione, ma trovo quasi irrispettosa questa definizione che riduce tutto a stereotipi di stampo televisivo, quando, molte volte, gli stessi che la utilizzano non hanno ben chiaro di cosa stanno parlando.
È  una prova d’esame, non un gioco a premi! "

Intervieni anche tu

Versione stampabile
anief
soloformazione